crociera costa [Archivio] - www.ForumViaggiare.com

Visualizza versione completa : crociera costa


GREEN GRASS
13-03-2005, 18.24.46
Salve a tutti.
Il 29/3 partirò da Savona con una crociera Costa che toccherà Ajaccio, Palma
de Maiorca e Barcellona.
E' la mia prima crociera e vorrei qualche consiglio generale da chi ne ha
fatte altre in passato.
In particolare, poi, vorrei sapere se per gli uomini è consigliabile
portarsi giacca e cravatta almeno per la sera.
Ogni suggerimento è benvenuto.
Grazie

Alessandro
13-03-2005, 19.50.12
Il Sun, 13 Mar 2005 17:24:46 GMT "GREEN GRASS"
<mago_merlinoXXXXXXXXXXXXXXXX@katamail.com> ebbe l'ardire di scrivere:

>In particolare, poi, vorrei sapere se per gli uomini è consigliabile
>portarsi giacca e cravatta almeno per la sera.

Consigliabile sì (almeno per la serata di gala); obbligatorio no.
Comunque se fai una ricerca su google-gruppi sui vecchi post di questo NG trovi
parecchie cose.
Vedi ad esempio qui: http://www.slimmit.com/go.asp?3LO

Ciao
Ale

Carlo Romano
14-03-2005, 09.25.04
Posso darti qualche consiglio visto che sulle navi della Costa ci sono stato
un po di volte per lavoro, in passato.
Un abbigliamento elegante è utile in quanto in crociera puoi fare quel che
vuoi. Cioè, passare dal momento elegante come teatro o serata di gala o
concerto o casinò, alla zona discoteca, bar o altro ancora in tono meno
formale. Per il resto se si evita un certo tipo di abbigliamento come jeans
strappati o cose simili, sarebbe meglio. Considera che la crociera è sempre
qualcosa di classico, sia per l'età media dei partecipanti che per
condizione mentale. I giovani metallari e discotecari (è solo un esempio)
sono una bassissima minoranza. L'abbigliamento dei partecipanti anche se
casual o abbigliamento comune, è quasi sempre improntato a una certa forma
di eleganza.
Circa la vita di bordo, questo è un altro discorso. C'è chi la trova
fantastica e chi si annoia. Dipende da cosa vuoi da una vacanza. Tieni
comunque presente che la nave non ti permette di fare certe cose che faresti
regolarmente a terra. Mi spiego meglio, basandomi sulla mia esperienza.
Intanto è sempre abbastanza facile fare amicizie nuove, poi una volta girata
la nave e visti i suoi ponti, la sala giochi, i bar, non resta che un certo
tipo di vita come andare in palestra, fare aerobica, farsi fare massaggio,
il bagno in piscina (che non è una piscina olimpionica per dimensioni),
vedere un film, vedere televisione, prendere il sole (se c'è), fare il tiro
al piattello, il piano bar, i concorsi dove si vincono aperitivi basati su
un animatore che chiede chi cantava quella canzone o in che anno ha vinto a
Sanremo il tal dei tali ecc. ecc. Poi la serata con la cosiddetta
animazione: il prestigiatore di turno, il complesso che fa musica e fa
ballare, qualche conferenza su cucina tipica di paesi toccati, meeting
basati su cose a volte interessanti e a volte tanto per far passare il
tempo.
Tutto questo però deve fare i conti con le condizioni del mare. Se sono
buone puoi fare tutto ciò, ma se sono cattive, il periodo della crociera può
trasformarsi in un incubo. Ho visto gente passare giornate in cabina a
vomitare o cercare di dormicchiare per far passare il tempo. 24 ore da far
passare stando sdraiati prendendo ********* che il più delle volte fanno più
danni che altro, e la voglia di ritornare al più presto a casa per dire: mai
più una crociera. Attenzione, non voglio spaventarti o ingigantire i
problemi, ma la realtà è questa. Di solito fila tutto liscio, anche perchè
le moderne navi hanno efficienti sistemi di stabilizzazione, ma contro un
mare forza 6, 7, 8 sfido qualunque nave a non rollare o beccheggiare. Lo
dico in funzione della mia passata esperienza in Marina. Altro discorso sono
le discese a terra. La nave attracca in porto e la gente ha un certo numero
di ore (mezza giornata o giornata intera) per visitare la città o i luoghi.
Attenzione che di solito viene sempre proposta una visita guidata a
pagamento. Farsi sempre spiegare bene in che consiste il programma, con
tutti i dettagli, i costi e valutare se ne vale la pena. C'è chi preferisce
girare per conto suo. Attenzione agli orari perchè alla partenza la nave non
aspetta, ma di solito le partenze sono sempre al mattino e quindi c'è tutta
la giornata, la serata e la notte libera.
Questa è a grandi linee, la vita di crociera. Se ti servono altre notizie,
chiedi pure, magari anche in privato.
Ciao
Carlo

etobiri
14-03-2005, 11.09.58
"Carlo Romano" <ramtex@iol.it> ha scritto nel messaggio
news:ATbZd.12757$zZ1.310714@twister1.libero.it...
>
> Posso darti qualche consiglio visto che sulle navi della Costa ci sono
> stato
> un po di volte per lavoro, in passato.
> Un abbigliamento elegante è utile in quanto in crociera puoi fare quel che
> vuoi. Cioè, passare dal momento elegante come teatro o serata di gala o
> concerto o casinò, alla zona discoteca, bar o altro ancora in tono meno
> formale. Per il resto se si evita un certo tipo di abbigliamento come
> jeans
> strappati o cose simili, sarebbe meglio. Considera che la crociera è
> sempre
> qualcosa di classico, sia per l'età media dei partecipanti che per
> condizione mentale. I giovani metallari e discotecari (è solo un esempio)
> sono una bassissima minoranza. L'abbigliamento dei partecipanti anche se
> casual o abbigliamento comune, è quasi sempre improntato a una certa forma
> di eleganza.

Ho fatto parecchie crociere, una quindicina, tra le quali un giro del mondo
con Crystal, una decina con Costa e devo dire in questi ultimi anni di
eleganza ce n'è ben poca soprattutto sugli itinerari più popolari, i
metallari e discotecari sono stati sostituiti forse da un altro genere, i
rozzi maleducati e io ne ho trovati molti, come molti ne hanno trovati i
crocieristi frequentatori di questo NG ( potrai trovare interessanti
dibattiti in post di qualche giorno addietro o visitando
http://groups.msn.com/CrocieristiItaliani).

> Tutto questo però deve fare i conti con le condizioni del mare. Se sono
> buone puoi fare tutto ciò, ma se sono cattive, il periodo della crociera
> può
> trasformarsi in un incubo. Ho visto gente passare giornate in cabina a
> vomitare o cercare di dormicchiare per far passare il tempo. 24 ore da far
> passare stando sdraiati prendendo ********* che il più delle volte fanno
> più
> danni che altro, e la voglia di ritornare al più presto a casa per dire:
> mai
> più una crociera. Attenzione, non voglio spaventarti o ingigantire i
> problemi, ma la realtà è questa. Di solito fila tutto liscio, anche perchè
> le moderne navi hanno efficienti sistemi di stabilizzazione, ma contro un
> mare forza 6, 7, 8 sfido qualunque nave a non rollare o beccheggiare. Lo
> dico in funzione della mia passata esperienza in Marina.

Mi sembri un pò pessimista. In tante crociere non mai avuto nessun problema
per il mare se non forse in due o tre occasioni, ma lungi dal vomitare, ed
io sono uno che soffre il mare, per cui il mare grosso, diciamo oltre forza
5, è una rarità e comunque se non si tratta di una traversata atlantica,
generalmente nell'arco di una giornata si sbarca a terra per qualche
escursione. Oltre modo le navi di ultima generazione hanno dei sistemi di
stabilizzazione molto sofisticati e anche in caso di mare mosso sono
comunque molto stabili. A suffragio di quanto scritto posso dirti che al
vernissage di Costa Magica, nave che per altro non mi piace per nulla per le
sue dimensioni , in Adriatico abbiamo trovato vento a oltre 50 nodi ma la
nave ha dato prova di stabilità eccezionale per cui a bordo ogni cosa si è
svolta normalmente e tranquillamente. Quanto ai farmaci non è che provochino
effetti collaterali particolari ed una o due ********* nell'arco della
giornata risolvono in genere ogni problema, anche se provocano in genere
sonnolenza. I più efficaci sono quelli che vengono distribuiti a bordo.
Credo sia anche opportuno che ciascuno si informi sulle condizioni dei venti
che soffiano in quel determinato periodo in una determinata zona. Forse non
tutti sanno che a Luglio è molto più facile "ballare" facendo le isole
greche che navigando nel Baltico o lungo le coste della Norvegia.
Ciao.
Maurizio

etobiri
14-03-2005, 11.39.16
"GREEN GRASS" <mago_merlinoXXXXXXXXXXXXXXXX@katamail.com> ha scritto nel
messaggio news:yH_Yd.1054048$35.39092415@news4.tin.it...
> Salve a tutti.
> Il 29/3 partirò da Savona con una crociera Costa che toccherà Ajaccio,
> Palma de Maiorca e Barcellona.
> E' la mia prima crociera e vorrei qualche consiglio generale da chi ne ha
> fatte altre in passato.
> In particolare, poi, vorrei sapere se per gli uomini è consigliabile
> portarsi giacca e cravatta almeno per la sera.
> Ogni suggerimento è benvenuto.
> Grazie

A una richiesta uguale alla tua con lo stesso itinerario è già stato
risposto su questo NG in un post del 7/03/05 "Isole delle perle". Prova a
cercare.
Ciao.
Maurizio

Carlo Romano
14-03-2005, 13.28.29
> Ho fatto parecchie crociere, una quindicina, tra le quali un giro del
mondo
> con Crystal, una decina con Costa e devo dire in questi ultimi anni di
> eleganza ce n'è ben poca soprattutto sugli itinerari più popolari, i
> metallari e discotecari sono stati sostituiti forse da un altro genere, i
> rozzi maleducati e io ne ho trovati molti, come molti ne hanno trovati i
> crocieristi frequentatori di questo NG ( potrai trovare interessanti
> dibattiti in post di qualche giorno addietro o visitando
> http://groups.msn.com/CrocieristiItaliani).

Concordo, ma non volevo proprio "s*******re" tutto. Pensa che ho allestito
le parti che riguardano audio e video su alcune navi e anche lavorato ad
alcuni spettacoli, e devo dire che hai ragione dicendo che la maleducazione
ha fatto proseliti tra i croceristi, ma non è così in generale.

> Mi sembri un pò pessimista. In tante crociere non mai avuto nessun
problema
> per il mare se non forse in due o tre occasioni, ma lungi dal vomitare, ed
> io sono uno che soffre il mare, per cui il mare grosso, diciamo oltre
forza
> 5, è una rarità e comunque se non si tratta di una traversata atlantica,
> generalmente nell'arco di una giornata si sbarca a terra per qualche
> escursione. Oltre modo le navi di ultima generazione hanno dei sistemi di
> stabilizzazione molto sofisticati e anche in caso di mare mosso sono
> comunque molto stabili. A suffragio di quanto scritto posso dirti che al
> vernissage di Costa Magica, nave che per altro non mi piace per nulla per
le
> sue dimensioni , in Adriatico abbiamo trovato vento a oltre 50 nodi ma la
> nave ha dato prova di stabilità eccezionale per cui a bordo ogni cosa si è
> svolta normalmente e tranquillamente. Quanto ai farmaci non è che
provochino
> effetti collaterali particolari ed una o due ********* nell'arco della
> giornata risolvono in genere ogni problema, anche se provocano in genere
> sonnolenza. I più efficaci sono quelli che vengono distribuiti a bordo.
> Credo sia anche opportuno che ciascuno si informi sulle condizioni dei
venti
> che soffiano in quel determinato periodo in una determinata zona. Forse
non
> tutti sanno che a Luglio è molto più facile "ballare" facendo le isole
> greche che navigando nel Baltico o lungo le coste della Norvegia.
> Ciao.
> Maurizio

Non sono e non voglio essere pessimista. Ho solo detto quel che può
accadere, ma non è detto che accada. Il mare non guarda in faccia i depliant
delle compagnie di navigazione. Se cambia il vento, se si abbassa la
pressione, se si alza l'umidità e tutta una serie di altri fattori che non
sto a elencare, le condizioni del mare cambiano. Poi se trovi onda lunga è
un discorso, se trovi onda ripida è un altro. Poi se di solito, grazie ai
meteoradar, si riescono ad aggirare zone che possono presentare problemi,
meglio, ma non sempre è così. Poi tu non hai visto nessuno vomitare, io si e
tanto anche. E allora che significa? Tutto e niente. Rarità di un forza 5?
Io sono stato e vado tutt'ora per mare e ti assicuro che di forza 5 e oltre
ne ho visti tanti, e anche qui che significa? Tutto e niente. Ho
semplicemente parlato di cosa può accadere e nient'altro. Poi senza
permettermi di dubitare di quel che dici, penso che un vento di 50 nodi (che
corrispondono a 92,6 km ora) qualche problema lo crea alla navigazione. Non
so cosa intendi dire per la "> nave ha dato prova di stabilità eccezionale
per cui a bordo ogni cosa si è
svolta normalmente e tranquillamente.<". In Adriatico 50 nodi di vento,
provocano un mare forza 6/7 con onde di 3/4 metri ed è vero che la nave è
stabilizzata, ma non so se la cosa passi completamente indifferente,
comunque tutto è possibile.
Un saluto
Carlo

_-°-_ Seshe _-°-_
14-03-2005, 13.40.00
Carlo Romano ha scritto:

| Considera che la crociera è sempre qualcosa di classico, sia per
| l'età media dei partecipanti che per condizione mentale. I giovani
| metallari e discotecari (è solo un esempio) sono una bassissima
| minoranza.

Da quando si giudicano civiltà e comportamento di una persona
dal tipo di abbigliamento che indossa o dalla musica che ascolta?
Poi, la sottile allusione alla presunta condizione mentale fuori dalla
norma (pardon, non classica) dei giovani che tu citi mi fa veramente
rabbrividire.

Pensavo che, almeno in un ng di viaggiatori (o presunti tali), questi
criteri di giudizio affrettati e superficiali fossero stati ampiamente
superati...

Concordo sulla cafonaggine che dilaga ovunque, ma associare la
mancanza di maniere civili ai giovani - tanto più divisi in categorie
a seconda della musica e degli interessi! - mi sembra decisamente
fuori luogo.

A questo punto, avendo 22 anni ed essendo assidua ascoltatrice di
musica solitamente definita metal, devo ritenere di non potere salire
su una nave da crociera fino alla soglia dei 40 anni e fino alla
totale conversione alla "musica" più politically correct di Sanremo?!?
Ma LOL!

--
_-°-_ Seshe _-°-_

================================
I Viaggi di Seshepankhatum
www.seshepankhatum.net

Un vero viaggio non è cercare nuove terre,
ma avere nuovi occhi (B. Pascal)
================================

nb
14-03-2005, 14.37.31
Il Mon, 14 Mar 2005 08:25:04 GMT, Carlo Romano ha scritto:

>Posso darti qualche consiglio visto che sulle navi della Costa ci sono stato
>un po di volte per lavoro, in passato.
Mai una volta che tu abbia fatto un'esperienza "normale" ????

>Per il resto se si evita un certo tipo di abbigliamento come jeans
>strappati o cose simili, sarebbe meglio.
Si vede che non capisci una seg@ di moda...

>Considera che la crociera è sempre
>qualcosa di classico, sia per l'età media dei partecipanti che per
>condizione mentale.
Ne sei certo ?

> I giovani metallari e discotecari (è solo un esempio)
>sono una bassissima minoranza. L'abbigliamento dei partecipanti anche se
>casual o abbigliamento comune, è quasi sempre improntato a una certa forma
>di eleganza.
ROTFL....

Non sono mai intervenuto sui thread delle crociere... ma questo tuo
post mi ha stimolato (in tutti i sensi, anche l'intestino...).

Ho avuto una solo esperienza in crociera. Un'occasione diversi anni
fa. Comoda la soluzione per vedere posti senza lo stress di cambiare
albergo troppo spesso. Ma non è il mio genere di viaggio... comunque
non era male...

Voi "esperti" di crociere continuate a parlare di "classe", "eleganza"
ecc.ecc.
Io, che a 50 anni non sono ancora capace di fare il nodo alla cravatta
non mi sono sentito né cafone né fuori luogo durante la crociera pur
non avendo la camicia bianca e la giacca doppio petto e naturalmente
la cravatta...
Mi sembravano più fuori luogo quelle persone vestite da "prima
comunione" o da "bomboniere" che cercavano di darsi un contegno da non
so che ... ma che si vedeva lontano un km che non era quello il loro
abbigliamento abituale...
Le risate che mi sono fatto vedendo la gente vestita di tutto punto
(la maggior parte con un olezzo di naftalina...) in coda come pecore
per farsi la foto col comandante della nave o altre minch... ancora
peggio.... beh... momenti indimenticabili.
;-)))))))))
La stessa gente, vestita di tutto punto ai buffet sembrava non avesse
mai mangiato in vita sua...
Ancora... più erano incravattati e confettati meno ne sapevano dei
luoghi dove la nave faceva scalo...

Mi dispiace non avere la verve di "Ziu Belu" nel descrivere l'etnia
del viaggiatore... ma vi assicuro, il crocierista "standard" è una
roba da sballo...

Aho... senza offesa per gli amanti di questo tipo di vacanza... che
comunque la piantino di sparare sentenze e minchiate su chi odia la
forma ed ama la sostanza !
L'abito non fa il monaco......

ciao!
nb
--
http://www.ihv.it/viaggi.htm

_-°-_ Seshe _-°-_
14-03-2005, 18.22.06
nb ha scritto:

| | Posso darti qualche consiglio visto che sulle navi della Costa ci
| | sono stato un po di volte per lavoro, in passato.
|
| Mai una volta che tu abbia fatto un'esperienza "normale" ????

LOL! :oDDD Me lo chiedo sempre ogni volta che leggo i post di Carlo,
non ultimo quello sui suoi amici avventurieri d'Africa che mi aveva
fatto non poco girar le ***** qualche mese fa...

| Mi dispiace non avere la verve di "Ziu Belu" nel descrivere l'etnia
| del viaggiatore... ma vi assicuro, il crocierista "standard" è una
| roba da sballo...

Non sono mai salita su una nave da crociera, ma non stento a credere
che ci sarebbe ottimo materiale per la fantasia di Ziu Belu ;o)))

| Aho... senza offesa per gli amanti di questo tipo di vacanza... che
| comunque la piantino di sparare sentenze e minchiate su chi odia la
| forma ed ama la sostanza !
| L'abito non fa il monaco......

Di solito io e te abbiamo vedute parzialmente divergenti, ma questa
volta quoto al 100%. Nel mio post l'ho messa sul ridere, ma non è
piacevole leggere certe fesserie sui giovani soprattutto quando
a scrivere è uno che si dichiara esperto conoscitore del mondo... :o/

--
_-°-_ Seshe _-°-_

================================
I Viaggi di Seshepankhatum
www.seshepankhatum.net

Un vero viaggio non è cercare nuove terre,
ma avere nuovi occhi (B. Pascal)
================================

etobiri
14-03-2005, 18.27.56
"Carlo Romano" <ramtex@iol.it> ha scritto nel messaggio
news:NrfZd.13050$zZ1.316430@twister1.libero.it...
> Concordo, ma non volevo proprio "s*******re" tutto. Pensa che ho allestito
> le parti che riguardano audio e video su alcune navi e anche lavorato ad
> alcuni spettacoli, e devo dire che hai ragione dicendo che la
> maleducazione
> ha fatto proseliti tra i croceristi, ma non è così in generale.

Non volevo generalizzare ma ho notato che comunque sulle crociere piu'
popolari maleducati e cafoni, indipendentemente dalle possibilità economiche
che è sempre difficile valutare dalle apparenze, se ne trovano molti di più
ma non li definirei crocieristi, perchè il vero crocierista, e credo che
siano sempre meno, le norme di buona convivenza non ha nessuna difficoltà a
rispettarle.

> Non sono e non voglio essere pessimista. Ho solo detto quel che può
> accadere, ma non è detto che accada. Il mare non guarda in faccia i
> depliant
> delle compagnie di navigazione. Se cambia il vento, se si abbassa la
> pressione, se si alza l'umidità e tutta una serie di altri fattori che non
> sto a elencare, le condizioni del mare cambiano. Poi se trovi onda lunga è
> un discorso, se trovi onda ripida è un altro. Poi se di solito, grazie ai
> meteoradar, si riescono ad aggirare zone che possono presentare problemi,
> meglio, ma non sempre è così. Poi tu non hai visto nessuno vomitare, io si
> e
> tanto anche. E allora che significa? Tutto e niente. Rarità di un forza 5?
> Io sono stato e vado tutt'ora per mare e ti assicuro che di forza 5 e
> oltre
> ne ho visti tanti, e anche qui che significa? Tutto e niente. Ho
> semplicemente parlato di cosa può accadere e nient'altro. Poi senza
> permettermi di dubitare di quel che dici, penso che un vento di 50 nodi
> (che
> corrispondono a 92,6 km ora) qualche problema lo crea alla navigazione.
> Non
> so cosa intendi dire per la "> nave ha dato prova di stabilità eccezionale
> per cui a bordo ogni cosa si è
> svolta normalmente e tranquillamente.<". In Adriatico 50 nodi di vento,
> provocano un mare forza 6/7 con onde di 3/4 metri ed è vero che la nave è
> stabilizzata, ma non so se la cosa passi completamente indifferente,
> comunque tutto è possibile.
> Un saluto
> Carlo>

Non intendevo dire che con vento a 50 nodi la nave fosse immobile ma aveva
pochissimo rollio e dato che le onde erano abbastanza alte ma ravvicinate,
per cui probabilmente la nave le fendeva senza risentirne particolarmente,
anche il beccheggio è stato molto contenuto. Nella frase > nave ha
dato..........< volevo dire che si è tranquillamente pranzato, cenato,
potevi tranquillamente camminare con un vassoio in mano. Come hai detto
giustamente tu tutto può capitare, ma dalla mia esperienza personale, ma
dico mia e tu hai navigato molto più di me, mi è sembrata più una rarità che
una cosa abbastanza frequente. Forse sono stato fortunato nei miei viaggi!
Spero di non dovermi ricredere a giugno e a novembre in occasione di due
crociere che ho già prenotato!
Un saluto.
Maurizio

Cielito Lindo
14-03-2005, 18.37.13
grazie per la descrizione ... dal mio punto di vista e' peggio del
peggior incubo :) gia' non e' che fossi tentatissimo, ora mi hai
chiarito perfettamente per quali motivi il mio stomaco si rifiutava :)

ci si vede a terra :)

cielito lindo

Carlo Romano
14-03-2005, 18.52.12
Carlo Romano ha scritto:
> | Considera che la crociera è sempre qualcosa di classico, sia per
> | l'età media dei partecipanti che per condizione mentale. I giovani
> | metallari e discotecari (è solo un esempio) sono una bassissima
> | minoranza.
>
> Da quando si giudicano civiltà e comportamento di una persona
> dal tipo di abbigliamento che indossa o dalla musica che ascolta?
> Poi, la sottile allusione alla presunta condizione mentale fuori dalla
> norma (pardon, non classica) dei giovani che tu citi mi fa veramente
> rabbrividire.
>
> Pensavo che, almeno in un ng di viaggiatori (o presunti tali), questi
> criteri di giudizio affrettati e superficiali fossero stati ampiamente
> superati...
>
> Concordo sulla cafonaggine che dilaga ovunque, ma associare la
> mancanza di maniere civili ai giovani - tanto più divisi in categorie
> a seconda della musica e degli interessi! - mi sembra decisamente
> fuori luogo.
>
> A questo punto, avendo 22 anni ed essendo assidua ascoltatrice di
> musica solitamente definita metal, devo ritenere di non potere salire
> su una nave da crociera fino alla soglia dei 40 anni e fino alla
> totale conversione alla "musica" più politically correct di Sanremo?!?
> Ma LOL!
>
> --
> _-°-_ Seshe _-°-_


Mi spieghi perchè sei sempre pronta capire alla tua maniera quello che uno
dice? Preferisci che usi termini diversi?
Non voglio assolutamente offendere chi ascolta musica metal, disco o di
qualunque altro genere. Ho solo detto che quel genere di musiche e di
conseguenza le persone che le ascoltano, se di ciò hanno fatto la loro
ragione di vita, non sono in molte in un'ambiente come la crociera. Se vuoi
te lo ripeto. Anzi guardati intorno e descrivimi il tipo di persona che va
in crociera. Il classico metallaro tatuato e pieno di piercing (o come si
scrive)? Il classico Rasta? Il tipo con capelli a cresta di gallo? Il tipo
da Centro Sociale?
Mi spiace dirtelo, ma parli di criteri affrettati di giudizio che secondo me
stanno solo dentro di te. Cara amica, guarda che non è così. Di solito i
giudizi li esprimono i Giudici e il Padreterno. Io non sono ne l'uno e
nemmeno l'altro e quindi non mi permetto di scrivere sentenze, ma solo
parlare di fatti reali, che ti piaccia o no. Poi se vuoi rabbrividire,
affari tuoi, ma mi sembra che proprio non hai letto attentamente quel che ho
scritto. Non ti è preclusa la crociera perchè hai 22 anni o ti piace la
metal. Fai il biglietto, sali su una Costa Classica, o un'altra qualsiasi
della flotta o una nave di qualunque compagnia che fa crociere e poi vivi la
tua vacanza come meglio ti pare, ma aspettati piuttosto che gli animatori ti
coinvolgano nei cosiddetti giochi di società, piuttosto che in una serata
metal. Poi se sei piena di tatuaggi e piercing sei anche padrona di esibirli
con un bel vestito da sera con tanto di scollatura, al tavolo del Comandante
durante una cena e magari di avere al tuo fianco un amico con i jeans lunghi
mezzo metro più del necessario, strappati, con la maglietta inneggianche al
Che o alla Maria Giovanna (come la si chiamava sul finire degli anni 60), o
no? Quel che scrivo non è riferito a te personalmente, ma a un certo tipo di
persona.
Ti invito a leggere meglio quello che uno scrive, altrimenti rischi di
metterti dalla parte del torto solo perchè non capisci, o non vuoi capire
quel che uno scrive. Poi lascia stare concetti come civiltà, abbigliamento o
altro ancora che riguarda i giovani. Non facciamo un solo fascio di varie
erbe. La condizione mentale alla quale alludevo, non era e non è quella che
pensi tu, ma se non la capisci, non so che fare. E a Sanremo c'erano e ci
sono stati anche tanti giovani, con tante nuove proposte in fatto di generi
e canzoni, ma non sei obligata ad ascoltarli.
Un saluto
Carlo

etobiri
14-03-2005, 18.54.24
"nb" <nb_noncivuole@ihv.it> ha scritto nel messaggio
news:0p3b31t8ic11g8nhle3hldlk55r1hgi9cu@4ax.com...
> Il Mon, 14 Mar 2005 08:25:04 GMT, Carlo Romano ha scritto:
>>Per il resto se si evita un certo tipo di abbigliamento come jeans
>>strappati o cose simili, sarebbe meglio.
> Si vede che non capisci una seg@ di moda...

Non voglio fare l'avvocato del diavolo ma credo che Carlo si riferisse ad
eventuali serate di gala, perchè per tutto il resto di una crociera puoi
startene in calzoncini o jeans strappati o in tuta e sei perfettamente a
posto.
>
>>Considera che la crociera è sempre
>>qualcosa di classico, sia per l'età media dei partecipanti che per
>>condizione mentale.
> Ne sei certo ?

Diciamo che è un tipo di viaggio un pò particolare e l'età media dei
partecipanti non è certamente giovane soprattutto fuori dai periodi canonici
delle vacanze ma ciò non vuol dire che non ci siano giovani o sia un tipo di
vacanza ad essi preclusa.

>> I giovani metallari e discotecari (è solo un esempio)
>>sono una bassissima minoranza. L'abbigliamento dei partecipanti anche se
>>casual o abbigliamento comune, è quasi sempre improntato a una certa forma
>>di eleganza.
>
> Non sono mai intervenuto sui thread delle crociere... ma questo tuo
> post mi ha stimolato (in tutti i sensi, anche l'intestino...).
>
> Ho avuto una solo esperienza in crociera. Un'occasione diversi anni
> fa. Comoda la soluzione per vedere posti senza lo stress di cambiare
> albergo troppo spesso. Ma non è il mio genere di viaggio... comunque
> non era male...
>
> Voi "esperti" di crociere continuate a parlare di "classe", "eleganza"
> ecc.ecc.
> Io, che a 50 anni non sono ancora capace di fare il nodo alla cravatta
> non mi sono sentito né cafone né fuori luogo durante la crociera pur
> non avendo la camicia bianca e la giacca doppio petto e naturalmente
> la cravatta...

Probabilmente tu sei educato indipendentemente da come vesti per cui quanto
scritto non era riferito a gente come te. Non c'è nessuno che obbliga a
mettere la giacca o la cravatta. Io dico solo che se in una sera di gala ti
consigliano un abbigliamento elegante uno per educazione potrebbe mettersi
una giacca e una cravatta o perlomeno non presentarsi in maglietta o camicia
con le maniche arrotolate e jeans. Non mi sembra un grosso problema per una
sera. Poi per il resto del tempo ognuno è libero di fare cio' che meglio
crede.

> Mi sembravano più fuori luogo quelle persone vestite da "prima
> comunione" o da "bomboniere" che cercavano di darsi un contegno da non
> so che ... ma che si vedeva lontano un km che non era quello il loro
> abbigliamento abituale...

In questo concordo

> Le risate che mi sono fatto vedendo la gente vestita di tutto punto
> (la maggior parte con un olezzo di naftalina...) in coda come pecore
> per farsi la foto col comandante della nave o altre minch... ancora
> peggio.... beh... momenti indimenticabili.
> ;-)))))))))
> La stessa gente, vestita di tutto punto ai buffet sembrava non avesse
> mai mangiato in vita sua...
> Ancora... più erano incravattati e confettati meno ne sapevano dei
> luoghi dove la nave faceva scalo...
>
> Mi dispiace non avere la verve di "Ziu Belu" nel descrivere l'etnia
> del viaggiatore... ma vi assicuro, il crocierista "standard" è una
> roba da sballo...
>
> Aho... senza offesa per gli amanti di questo tipo di vacanza... che
> comunque la piantino di sparare sentenze e minchiate su chi odia la
> forma ed ama la sostanza !
> L'abito non fa il monaco......

Quando in altra parte di questo NG si era parlato di rozzezza non si era
fatto altro che descrivere quello che hai scritto tu qui sopra.
Un saluto.
Maurizio

Carlo Romano
14-03-2005, 19.07.58
> Mai una volta che tu abbia fatto un'esperienza "normale" ????
Cos'è la tua? Invidia o che altro? Non è causa mia se nella mia vita ho
fatto cose che altri non hanno fatto. Se non mi credi, alla prima occasione
ti posso far vedere le mie buste paga della Rai, o le foto fatte proprio a
bordo della Costa Classica durante gli allestimenti, o a bordo di un macchi
MB 386 dell'Aeronautica Militare, o mentre al Forte del Varignano
disinnescavo mine subacquee, o sulle piste da bob di St. Moritz mentre con
un elicottero riprendevo le discese durante i campionati del mondo di
Skeleton o ..... bhè meglio che mi fermo, ma ti assicuro che la lista è
lunga.
>
> Si vede che non capisci una seg@ di moda...
Sono sempre pronto a prendere lezioni. Anche da te.

>
> >Considera che la crociera è sempre
> >qualcosa di classico, sia per l'età media dei partecipanti che per
> >condizione mentale.
> Ne sei certo ?
Io si, ma se hai prove del contrario, sono sempre pronto a cambiare idea.

> > I giovani metallari e discotecari (è solo un esempio)
> >sono una bassissima minoranza. L'abbigliamento dei partecipanti anche se
> >casual o abbigliamento comune, è quasi sempre improntato a una certa
forma
> >di eleganza.
> ROTFL....
Dimmi che non è così, invece di non dire nulla.

>
> Non sono mai intervenuto sui thread delle crociere... ma questo tuo
> post mi ha stimolato (in tutti i sensi, anche l'intestino...).
Sono contento. Vuol dire che ne eri pieno e almeno ho ottenuto il risultato
di farti svuotare, Chissà che poi non si riesca a ragionare meglio.
>
> Ho avuto una solo esperienza in crociera. Un'occasione diversi anni
> fa. Comoda la soluzione per vedere posti senza lo stress di cambiare
> albergo troppo spesso. Ma non è il mio genere di viaggio... comunque
> non era male...
Infatti non ho detto che è male. Ho solo elencato le cose che di solito si
fanno durante la vita di bordo.

> Voi "esperti" di crociere continuate a parlare di "classe", "eleganza"
> ecc.ecc.
> Io, che a 50 anni non sono ancora capace di fare il nodo alla cravatta
> non mi sono sentito né cafone né fuori luogo durante la crociera pur
> non avendo la camicia bianca e la giacca doppio petto e naturalmente
> la cravatta...
> Mi sembravano più fuori luogo quelle persone vestite da "prima
> comunione" o da "bomboniere" che cercavano di darsi un contegno da non
> so che ... ma che si vedeva lontano un km che non era quello il loro
> abbigliamento abituale...
> Le risate che mi sono fatto vedendo la gente vestita di tutto punto
> (la maggior parte con un olezzo di naftalina...) in coda come pecore
> per farsi la foto col comandante della nave o altre minch... ancora
> peggio.... beh... momenti indimenticabili.
> ;-)))))))))
> La stessa gente, vestita di tutto punto ai buffet sembrava non avesse
> mai mangiato in vita sua...
> Ancora... più erano incravattati e confettati meno ne sapevano dei
> luoghi dove la nave faceva scalo...
Ti copio quello che tu hai scritto sopra, che forse è il commento migliore:
Si vede che non capisci una seg@ di moda...
Bisognerebbe togliere la parola moda.

> Mi dispiace non avere la verve di "Ziu Belu" nel descrivere l'etnia
> del viaggiatore... ma vi assicuro, il crocierista "standard" è una
> roba da sballo...
C'è gente che non sa nemmeno dove sia Bologna o vive nel pensiero di andare
una volta nella vita a Roma. E c'è chi una volta nella vita realizza il
sogno di andare in crociera. Poi se per fare questo tira fuori il vestito di
trent'anni prima tenuto gelosamente in naftalina, come puoi criticarlo? Non
tutti hanno le nostre esperienze e sanno cavarsela egregiamente ovunque e in
qualunque situazione. .

> Aho... senza offesa per gli amanti di questo tipo di vacanza... che
> comunque la piantino di sparare sentenze e minchiate su chi odia la
> forma ed ama la sostanza !
> L'abito non fa il monaco......
> ciao!
> nb
Per una volta siamo d'accordo. Ripeto solo che non ho sparato nessuna
sentenza. Sfido chiunque leggendo il mio post a trovare dove dico cose non
vere.
Ciao
Carlo

_-°-_ Seshe _-°-_
14-03-2005, 19.17.30
Carlo Romano ha scritto:

| Mi spieghi perchè sei sempre pronta capire alla tua maniera quello
| che uno dice? Preferisci che usi termini diversi?

Ho avuto la fortuna di andare a scuola e di imparare a leggere e a
comprendere un testo scritto, quindi mi limito a risponderti in base
al significato delle tue parole e ai giudizi a cui esse rimandano.
Quale motivo avrei per travisare?

| Anzi guardati intorno e descrivimi il tipo di persona che va
| in crociera.

Mai stata in crociera, quindi non posso rispondere.

| Il classico metallaro tatuato e pieno di piercing (o come si
| scrive)? Il classico Rasta? Il tipo con capelli a cresta di gallo?
| Il tipo da Centro Sociale?

Vedi che sei un calderone di luoghi comuni e di giudizi superficiali?
Ma come fai a classificare le persone in categorie? Son cose che,
se e quando si fanno, si fanno in età pre-puberale...

| Mi spiace dirtelo, ma parli di criteri affrettati di giudizio che
| secondo me stanno solo dentro di te.

Leggi le tue tre righe appena sopra, poi chiediti dove davvero stanno
questi criteri.

| Poi se vuoi rabbrividire, affari tuoi, ma mi sembra che proprio non
| hai letto attentamente quel che ho scritto.

Accusare l'interlocutore di non aver compreso bene il significato
delle parole è il modo tradizionale per svicolare, tipico di chi non
ha argomenti. Troppo comodo scrivere fandonie e poi dire all'altro
"ah, ma guarda che hai capito male!"

| Non ti è preclusa la crociera perchè hai 22 anni o ti piace la
| metal.

La mia era una provocazione per sottolineare quanto fossero
superficiali i tuoi giudizi. Ovviamente so di poter salire su una nave
(anche se francamente per ora è un tipo di viaggio che non mi attira),
come per tante altre cose basta pagare...

| ma aspettati piuttosto che gli animatori ti
| coinvolgano nei cosiddetti giochi di società, piuttosto che in una
| serata metal.

E i pregiudizi continuano. Perché ad persona che ascolta metal o
qualsiasi altro genere non deve necessariamente potersi divertire
con un gioco di società? E poi - illuminami - cosa sarebbe una serata
metal? :oOOO

| Poi se sei piena di tatuaggi e piercing sei anche padrona di
| esibirli con un bel vestito da sera con tanto di scollatura, al
| tavolo del Comandante durante una cena e magari di avere
| al tuo fianco un amico con i jeans lunghi mezzo metro più del
| necessario, strappati, con la maglietta inneggianche al Che o
| alla Maria Giovanna (come la si chiamava sul finire degli anni 60),
| o no?

Non riesci a portare avanti un ragionamento senza ricorrere all'uso di
categorie e classificazioni facilone?

| Quel che scrivo non è riferito a te personalmente, ma a un certo
| tipo di persona.

Un certo tipo di persona???? :oOOOOOOO

Rimango basita.

| Ti invito a leggere meglio quello che uno scrive, altrimenti rischi
| di metterti dalla parte del torto solo perchè non capisci, o non
| vuoi capire quel che uno scrive.

No grazie, preferisco non rileggere per evitare di rimanere ancora
più schifata :o(((((

| Non facciamo un solo fascio di varie erbe

Il bue che dà del ******* all'asino!!!!

--
_-°-_ Seshe _-°-_

================================
I Viaggi di Seshepankhatum
www.seshepankhatum.net

Un vero viaggio non è cercare nuove terre,
ma avere nuovi occhi (B. Pascal)
================================

_-°-_ Seshe _-°-_
14-03-2005, 19.26.40
Carlo Romano ha scritto:

| Se non mi credi, alla prima occasione ti posso far vedere le mie
| buste paga della Rai

***

Da parte mia trovo soltanto poco carino sbandierare le proprie
imprese eccezionali in ogni occasione. Nessuno le mette in dubbio,
ma continuando a sventolarle si rischia di passare per "sboroni".
C'era una bella canzone di qualche anno fa che faceva più o meno
così: "l'impresa eccezionale è essere normale"...

| Sfido chiunque leggendo il mio post a trovare dove dico cose non
| vere.

Carlo, nessuno ha messo in dubbio la vedicità del tuo post. In fondo
qui ognuno racconta la propria esperienza personale e non ci sono
motivi per dubitare a priori della veridicità dei fatti riportati.

Quello che personalmente mi fa rabbrividire (sì, uso lo stesso termine
dell'altro post) è il tuo modo di giudicare e classificare en passant
qualsiasi cosa o persona ti stia intorno.

--
_-°-_ Seshe _-°-_

================================
I Viaggi di Seshepankhatum
www.seshepankhatum.net

Un vero viaggio non è cercare nuove terre,
ma avere nuovi occhi (B. Pascal)
================================

nb
14-03-2005, 21.43.57
Il Mon, 14 Mar 2005 18:07:58 GMT, Carlo Romano ha scritto:

>> Mai una volta che tu abbia fatto un'esperienza "normale" ????
>Cos'è la tua? Invidia o che altro? Non è causa mia se nella mia vita ho
>fatto cose che altri non hanno fatto. Se non mi credi, alla prima occasione
>ti posso far vedere... ecc.ecc.

Grazie. Ma ho già visto tutti i film di rambo...
;-))

>> >Considera che la crociera è sempre
>> >qualcosa di classico, sia per l'età media dei partecipanti che per
>> >condizione mentale.

>> Ne sei certo ?

>Io si, ma se hai prove del contrario, sono sempre pronto a cambiare idea.

Mi pare che le persone che frequentano questo NG ed amano le crociere
non siano dei vecchi pensionati...
Personalmente conosco diverse persone non certamente "anziane" che
amano questo modo di viaggiare...
Sulla mentalità "classica" invece posso essere d'accordo.
Però nella mia unica esperienza crocieristica visto in giro più gente
giovane che vecchie cariatidi. E la cosa mi aveva abbastanza
sconvolto... in più mi ricordo un certo movimento dentro e fuori le
cabine, sia dei passeggeri (e passeggere...) che dell'equipaggio ! Mi
era venuto il dubbio che i veri viaggi del sesso fossero le crociere !
;-)))))

>> > L'abbigliamento dei partecipanti anche se
>> >casual o abbigliamento comune, è quasi sempre improntato a una certa
>> >forma
>> >di eleganza.

>> ROTFL....

>Dimmi che non è così, invece di non dire nulla.

Beh... te l'ho già scritto nell'altro post... quelli che tentavano di
essere eleganti... beh... facevano solo tenerezza.
L'eleganza non è certo incravattarsi... o per le signore sembrare
delle bomboniere, magari con vestiti che avevano acquistato 3 o 4
taglie prima...
;-)))

>> Non sono mai intervenuto sui thread delle crociere... ma questo tuo
>> post mi ha stimolato (in tutti i sensi, anche l'intestino...).

>Sono contento. Vuol dire che ne eri pieno e almeno ho ottenuto il risultato
>di farti svuotare, Chissà che poi non si riesca a ragionare meglio.

Causa virus influenzale sto facendo una cura di enterogermina...
miiiii... devo raddoppiare le dosi o devo interrompere ?
:)))
....
>> L'abito non fa il monaco......

> Per una volta siamo d'accordo.

I vecchi proverbi hanno sempre ragione....

>Ripeto solo che non ho sparato nessuna
>sentenza. Sfido chiunque leggendo il mio post a trovare dove dico cose non

Mi riferivo in generale al "clan dei crocieristi" da giacca e cravatta
che hanno sparato grosso sull'educazione, sulla serata di gala
ecc.ecc. ... stavolta ti do ragione...

ciao!
nb
--
http://www.ihv.it/viaggi.htm

Fabio Danti
15-03-2005, 07.33.15
"nb" <nb_noncivuole@ihv.it> wrote in message
news:u0tb31ddpqgh1mb4tavvpqiki4qk8u79ot@4ax.com


> Mi riferivo in generale al "clan dei crocieristi" da giacca e cravatta
> che hanno sparato grosso sull'educazione, sulla serata di gala
> ecc.ecc. ... stavolta ti do ragione...


Toc..toc.. posso ?
Visto che il 3D è già infiammato non dirò una parola in più di quanto è
già stato detto. Qui non serve buttare altra benzina sul fuoco, anzi....
Non sono un amante delle crociere e quindi riporto solo una mia
modestissima esperienza:
Il mio amico T.O. mi regala una "tre giorni" nel Mediterraneo in sua
vece in quanto si deve recare in Thailandia. Salgo a bordo e ci metto
un'ora per capire che ho sbagliato tutto, vorrei scendere ma la nave è
salpata.
Non mi preoccupano né gli incravattati né i jeans strappati perchè nei
miei cinquant'anni di vita in giro per il mondo ho imparato che molto
spesso dietro un incravattato può celarsi un socio di Totò Riina e
dietro un jeans strappato può esserci il nipote di Don Giussani.
Ciò che mi ha fatto schifo (ma veramente schifo da voltastomaco) è stato
quando, nel salone centrale, un bambino di circa 5-6 anni si è messo a
******** deliberatamente giù dalle scale facendo arrivare il rivolo SUL
TAVOLO del Commissario di bordo.
Una scena raccappricciante svoltasi tra il compiacimento del gruppo dei
genitori del ragazzino. Il padre era quasi incravattato e la madre
(novella chic) con jeans strappati e stivaletti tacco a stiletto.
Parlavano tutti la stessa ....lingua (un dialetto molto noto in una nota
regione italiana), una lingua che, purtroppo, sento sempre più spesso in
giro per il mondo da una decina d'anni a questa parte e che li ha resi
ormai inconfondibili ovunque.
E' verissimo che l'abito non fa il monaco ma educazione, cultura del
saper vivere in comunità e modi garbati sono sempre più rari. Non sono i
giovani a preoccupare, loro dopo le prime avventure si adeguano quasi
sempre e accumulano sempre più esperienza.
I peggiori sono gli altri, quelli che stanno in mezzo.....

Fabio d.

P.S. Non chiedetemi né la Regione nè chi sono gli altri, qui serve acqua
sul fuoco......


--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG

Carlo Romano
15-03-2005, 08.52.19
> Ho avuto la fortuna di andare a scuola e di imparare a leggere e a
> comprendere un testo scritto, quindi mi limito a risponderti in base
> al significato delle tue parole e ai giudizi a cui esse rimandano.
> Quale motivo avrei per travisare?
Il tuo carattere ad esempio. Le tue idee sulla vita, sul costume, sulla
società, sulla politica e su tante altre cose che non ti sto a spiegare, in
quanto visto che ti hanno insegnato a leggere e scrivere, sarai in grado di
capire da sola. Ma attenta, il pensare non te lo insegnano.

>
> Mai stata in crociera, quindi non posso rispondere.
Ecco, brava. Allora evita di parlare in un certo tono di cose che non
conosci.

> Vedi che sei un calderone di luoghi comuni e di giudizi superficiali?
> Ma come fai a classificare le persone in categorie? Son cose che,
> se e quando si fanno, si fanno in età pre-puberale...
Mi pare che stai travisando tutto. Hai dei problemi esistenziali? Chiami
luoghi comuni e giudizi superficiali quel che dico? Mi pare che sei tu che
stai facendo un calderone. Ho forse detto che è preclusa la crociera ai
tatuati, piercingati, metallari, rasta ecc. ecc.? Ho detto che difficilmente
trovi queste categorie di persone in una crociera, punto e basta e mi spiace
dirti che forse a quella scuola di cui parlavi, non ti hanno insegnato
abbastanza, o non ti sei applicata a sufficienza. Chiunque, pagando il
biglietto, può salire su una nave, un aereo, un treno, un tram, un bus
ecc.ecc. In sostanza te lo ripeto ancora una volta (e chissà che tu lo
capisca), è più facile trovare le persone di cui ho parlato, alla discoteca
in 22 marzo o al Leoncavallo che sulla Costa Classica. Kappito mi hai????? E
se non lo hai capito, non so che farci. E lascia stare le eta prepuberali,
non ti conviene toccare questo tasto.

> Leggi le tue tre righe appena sopra, poi chiediti dove davvero stanno
> questi criteri.
No. Leggo quanto scrivi per capire che con le persone come te, è difficile,
anzi impossibile discutere.

> Accusare l'interlocutore di non aver compreso bene il significato
> delle parole è il modo tradizionale per svicolare, tipico di chi non
> ha argomenti. Troppo comodo scrivere fandonie e poi dire all'altro
> "ah, ma guarda che hai capito male!"
Confesso che riesci a irritarmi, ma ho le spalle larghe. Se sono qui a
cercare di farti capire, ma ho perso le speranze, che non ho espresso
giudizi. Sei tu che hai pensato questo solo perchè ho detto che certi tipi
di persone, tutte rispettabilissime, difficilmente le trovi in crociera.
Quindi non sto svicolando affatto. E credo che hai detto tu la cosa più
giusta di quanto dici. Non è vero che non hai compreso bene il significato
delle mie parole. Non lo hai compreso affatto.

> La mia era una provocazione per sottolineare quanto fossero
> superficiali i tuoi giudizi. Ovviamente so di poter salire su una nave
> (anche se francamente per ora è un tipo di viaggio che non mi attira),
> come per tante altre cose basta pagare...

Ecco vedi che alla fine forse un barlume di speranza c'è? Poi riparli cose
ovvie bollandole come giudizi superficiali. Sei irrecuperabile.
Uffffaaaaa!!!! Che ***** che sei!!! Scusami ma smetto, in quanto parlare con
te è inutile. Pensa quel che vuoi, fa quel che credi, vai dove vuoi, vivi
come ti pare.
Posso solo dirti una cosa scherzando. Più conosco le persone come te e più
capisco quelli che uccidono le mogli.
:-)))))))) Quelle a sinistra sono faccine che indicano una cosa detta
per scherzo. Non vorrei che prendessi sul serio anche questa.
Ora basta veramente.
Carlo

Bnx
15-03-2005, 09.28.23
"Carlo Romano" <ramtex@iol.it> ha scritto:

> > Mai una volta che tu abbia fatto un'esperienza "normale" ????
> Cos'è la tua? Invidia o che altro? Non è causa mia se nella mia vita ho
> fatto cose che altri non hanno fatto. Se non mi credi, alla prima
occasione
> ti posso far vedere le mie buste paga della Rai, o le foto fatte proprio a
> bordo della Costa Classica durante gli allestimenti, o a bordo di un
macchi
> MB 386 dell'Aeronautica Militare, o mentre al Forte del Varignano
> disinnescavo mine subacquee, o sulle piste da bob di St. Moritz mentre con
> un elicottero riprendevo le discese durante i campionati del mondo di
> Skeleton o ..... bhè meglio che mi fermo, ma ti assicuro che la lista è
> lunga.


Come quella volta che ti imbarcasti su un cargo battente bandiera liberiana?
:-))))))))

Passami la battuta Carlo, ma a volte sembri il Manuel Fantoni di Borotalco,
il film di Verdone... :-)))

Bnx

Carlo Romano
15-03-2005, 12.55.30
Forse sono stato fortunato nei miei viaggi!
> Spero di non dovermi ricredere a giugno e a novembre in occasione di due
> crociere che ho già prenotato!
> Un saluto.
> Maurizio

Che crociera fai? A seconda dei posti trovi a novembre un tempo stupendo. Lo
scorso novembre due miei amici hanno fatto equipaggio con altri 4 e con un
16 metri sono partiti da Gran Canaria per arrivare a San Lucia in Martinica.
Una traversata atlantica da favola. Ho visto le diapositive e in alcuni
giorni hanno dovuto andare a motore in quanto hanno preso della bonaccia.
Sono tornati poi in aereo a metà dicembre. C'era l'Atlantico che sembrava un
catino d'acqua da tanto che era piatto e liscio.
In passato accadeva che le compagnie se ne fregavano un po' al riguardo
delle condizioni dei passeggeri in caso di maltempo. Poi è accaduto che col
passaparola al riguardo del mare grosso, o delle avverse condizioni del
tempo, c'è stato un drastico calo delle presenze e questo ha indotto le
compagnie a studiare meglio le rotte e a prestare più attenzione al
problema, e le cose sono migliorate, anche se purtroppo lo stato del mare
non lo garantisce nessuno.
Sai che le previsioni meteo, quelle vere, cioè il bollettino del mare e le
previsioni emesse dalla Marina, hanno validità 6 ore e fin qui difficilmente
sbagliano. Oltre le 6 ore il tutto va sotto la voce "tendenze". Se ascolti
il canale 68 Vhf, hai 24 ore x 24 tutti i bollettini e gli avvisi, quelli
che servono alla navigazione.
Comunque la crociera, a parte tutto, se la sai vivere non è una brutta
esperienza. A giugno del 2003 siamo andati al Rally Fim (motociclismo) in
Spagna, e il primo tratto lo abbiamo fatto in nave con Grandi Navi Veloci.
Genova Barcellona, dove tutto sommato è stato divertente, però non so se
avrei resistito per qualche altro giorno.
Un saluto.
Carlo

Carlo Romano
15-03-2005, 13.05.43
> Come quella volta che ti imbarcasti su un cargo battente bandiera
liberiana?
> :-))))))))
>
> Passami la battuta Carlo, ma a volte sembri il Manuel Fantoni di
Borotalco,
> il film di Verdone... :-)))
> Bnx

Magari!!!! Non so quanti quattrini ha il Manuel/Verdone, ma di sicuro non
come me :-)))))) Nel senso che io devo sempre guardare un po tante cose,
come fan la maggioranza de cristiani.
Le battute se sono divertenti sono sempre bene accette. Infatti ricordo il
film. C'era da morire dal ridere. E poi ridere fa bene.
Il fatto è che tante di quelle cose che vedi nei film io le ho fatte per
davvero e questo mi fa sentire un miracolato. Nel senso di come uno che
vince un superenalotto. A volte queste cose possono infastidire qualcuno, ma
io la penso diversamente. Dato che ho accumulato esperienze fuori dal
comune, sono contento se posso mettere qualcosa del mio bagaglio a
disposizione di qualcun altro, ma senza nessun secondo fine. E' successo
anche a me di far tesoro delle cose dettemi da persone molto più esperte di
me e queste cose, poi mi sono tornate utilissime in tanti casi e non ho mai
manacato di ringraziare chi me le aveva insegnate. Credo sia la vita. Non
hai mai finito di imparare qualcosa.
Saluti
Carlo

Emanuela
15-03-2005, 13.53.17
"Fabio Danti" <safari@galactica.it> ha scritto nel messaggio

> E' verissimo che l'abito non fa il monaco ma educazione, cultura del
> saper vivere in comunità e modi garbati sono sempre più rari. Non sono i
> giovani a preoccupare, loro dopo le prime avventure si adeguano quasi
> sempre e accumulano sempre più esperienza.
> I peggiori sono gli altri, quelli che stanno in mezzo.....


Standing ovation per Fabione l'Africano (rigorosamente maiuscolo!!!!))

Allora!!! Non ci dici nulla!!!
E' nata?
Qiuanto pesa?

Tutto devi dirci!!!!!!

:-)))))
--
Emanuela
"Inutile prendere sul serio la vita, tanto non se ne esce vivi "
[Cit.]

Fabio Danti
15-03-2005, 17.48.33
"Emanuela" <ema-at-ng@despammed.com> wrote in message
news:1VAZd.14753$zZ1.360559@twister1.libero.it

> Allora!!! Non ci dici nulla!!!

Eccoti accontentata, l'ho appena pubblicato

A presto

fabione tuo


--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG

etobiri
15-03-2005, 18.21.54
"Carlo Romano" <ramtex@iol.it> ha scritto nel messaggio
news:S2AZd.13282$Tm5.248469@twister2.libero.it...
>
> Forse sono stato fortunato nei miei viaggi!
>> Spero di non dovermi ricredere a giugno e a novembre in occasione di due
>> crociere che ho già prenotato!
>> Un saluto.
>> Maurizio
>
> Che crociera fai? A seconda dei posti trovi a novembre un tempo stupendo.
> Lo
> scorso novembre due miei amici hanno fatto equipaggio con altri 4 e con un
> 16 metri sono partiti da Gran Canaria per arrivare a San Lucia in
> Martinica.
> Una traversata atlantica da favola. Ho visto le diapositive e in alcuni
> giorni hanno dovuto andare a motore in quanto hanno preso della bonaccia.
> Sono tornati poi in aereo a metà dicembre. C'era l'Atlantico che sembrava
> un
> catino d'acqua da tanto che era piatto e liscio.
> In passato accadeva che le compagnie se ne fregavano un po' al riguardo
> delle condizioni dei passeggeri in caso di maltempo. Poi è accaduto che
> col
> passaparola al riguardo del mare grosso, o delle avverse condizioni del
> tempo, c'è stato un drastico calo delle presenze e questo ha indotto le
> compagnie a studiare meglio le rotte e a prestare più attenzione al
> problema, e le cose sono migliorate, anche se purtroppo lo stato del mare
> non lo garantisce nessuno.
> Sai che le previsioni meteo, quelle vere, cioè il bollettino del mare e le
> previsioni emesse dalla Marina, hanno validità 6 ore e fin qui
> difficilmente
> sbagliano. Oltre le 6 ore il tutto va sotto la voce "tendenze". Se ascolti
> il canale 68 Vhf, hai 24 ore x 24 tutti i bollettini e gli avvisi, quelli
> che servono alla navigazione.
> Comunque la crociera, a parte tutto, se la sai vivere non è una brutta
> esperienza. A giugno del 2003 siamo andati al Rally Fim (motociclismo) in
> Spagna, e il primo tratto lo abbiamo fatto in nave con Grandi Navi Veloci.
> Genova Barcellona, dove tutto sommato è stato divertente, però non so se
> avrei resistito per qualche altro giorno.
> Un saluto.
> Carlo

L'8 giugno ci imbarcheremo ad Amsterdam sul Costa Allegra e in 12 giorni
faremo le Shetland-isole Faer Oer-Islanda e alcune tappe nei fiordi
norvegesi. E' stata l'Islanda ad attirarci e facendo tre tappe in
altrettanti giorni incominceremo a farci un'idea dell'isola. I fiordi li
avevamo già fatti in precedenza abbastanza accuratamente con una crociera
di 14 giorni che raggiungeva Nordkapp( Ci ero stato anche nel 1990 in moto).
Il 9 novembre invece andremo con MSC Opera. L'itinerario sarà
Venezia-Spalato-Atene-Alessandria
d'Egitto-Tripoli-Malta-Catania-Napoli-Genova. La facciamo perchè ci attira
avere un'assaggio di Libia e per visitare Leptis Magna. Gli altri scali li
conosciamo tutti essendoci stati altre volte in altre crociere, ma comunque
c'è sempre qualcosa di nuovo da vedere. Noi amiamo questo modo di viaggiare
e in 10 anni ad oggi ne abbiamo gia' fatte quindici. Non amiamo per nulla la
vita mondana per cui non ci interessa il divertimento a bordo e viaggiando e
avendo viaggiato sempre in suites con balcone passiamo parecchio tempo
tranquilli leggendo sul nostro balcone. Purtroppo per Mediterraneo e Nord
Europa, specificatamente per gli itinerari descritti, non esistono
alternative migliori alle due compagnie scelte (per migliori intendo
compagnie appartenenti al segmento alto o altissimo delle navi da crociera
tipo Seabourn, Silversea, Oceania o Crystal) e devo comunque dire che sia
Costa che MSC offrono nelle due zone citate itinerari ottimi, forse i
migliori in assoluto, e di questo bisogna dar loro atto.
A ottobre, dal 5, faremo un'altra crociera di 19 giorni ma questa volta
fluviale, e sono altrettanto belle senza problemi di acque mosse, lungo il
Danubio da Passau in Germaniaalle foci sul mar Nero e ritorno. Le crociere
fluviali costituiscono un'ottima soluzione per coloro che amerebbero
navigare ma soffrono il mare. Io ne ho fatta una da Mosca a S. Pietroburgo
ed è stata un'esperienza splendida.
Fuori tema aggiungo, visto che hai parlato di Rally FIM, che sono
un'appassionato motociclista anch'io(ho girato tutta l'Europa fra il 1979 e
il 1994). Ora posseggo un'Honda VTR SP2 e un CBR 1000 RR.
Ciao.
Maurizio

_-°-_ Seshe _-°-_
15-03-2005, 18.56.56
Carlo Romano ha scritto:

| Il tuo carattere ad esempio. Le tue idee sulla vita, sul costume,
| sulla società, sulla politica e su tante altre cose

Bene, ma di tutte queste e delle tante altre cose tu cosa ne sai? Sono
5 anni che scrivo su questo newsgroup e ho sempre cercato di rimanere
imparziale, di non creare battibecchi e di evitare flames come questo.
A volte però mi pare corretto esprimere la mia opinione personale,
anche quando risulta negativa come in questo caso. Altrimenti la mia
presenza su IHV si ridurrebbe ad un mero rispondere automatico a
domande del tipo "Quale isola della Grecia?" oppure "Fa caldo ad
agosto in Egitto?".

Ora mi viene spontaneo chiedermi: è mai possibile che quando si
esprime un'opinione differente o contraria oppure si critica
un'affermazione, dall'altra parte si debba necessariamente tirare in
ballo cose come il cattivo carattere, la vita personale, supposti
problemi esistenziali, idee politiche, ecc. ecc.?

| Ecco, brava. Allora evita di parlare in un certo tono di cose che
| non conosci.

Quello che contesto NON è la tua opinione sulla vita di crociera, ma
il modo in cui sei riuscito a classificare le persone, in particolare
i giovani (fascia di età a cui senza dubbio appartengo e motivo per
cui mi sono presa la responsabilità di intervenire). Se tu avessi
fatto la stessa cosa parlando di alberghi, di villaggi turistici, di
trekking sulle Ande, di esplorazioni ottocentesche, di volontariato,
di mare, di montagna, di vattelapesca, avrei avuto la medesima
reazione.

La mia non era certo una rivendicazione con lo slogan "i giovani in
crociera", ma semplicemente una constatazione su quanto ti venisse
spontaneo e facile ridurre la gente in categorie in base ad abito e
gusti musicali. Della crociera in sé poco mi importa.

Spero che almeno questo punto ti sia più chiaro.

| Mi pare che stai travisando tutto. Hai dei problemi esistenziali?

Ti copio-incollo quello che ho scritto sopra:

" è mai possibile che quando si esprime un'opinione differente o
contraria oppure si critica un'affermazione, dall'altra parte si debba
necessariamente tirare in ballo cose come il cattivo carattere, la
vita personale, supposti problemi esistenziali, idee politiche, ecc.
ecc.? "

Se il tuo interlocutore dissente deve per forza avere problemi
esistenziali? C'è bisogno di denigrare al posto di confrontarsi
civilmente? E' difficile ammettere un po' di relativismo di pensiero?
Può esserci qualcuno al mondo che non abbia le tue stesse idee e
che al contempo sia sano di mente?

Altrimenti mi tocca davvero iniziare a pensare che tu abbia la pretesa
di essere portatore di Ragione e Verità assolute.

| mi spiace dirti che forse a quella scuola di cui parlavi, non ti
| hanno insegnato abbastanza, o non ti sei applicata a sufficienza.

Ancora? Non soltanto ho problemi esistenziali ma ora sono perfino
diventata ignorante! :oDDD

Se arrivi a queste offese per chi ha semplici opinioni differenti, non
oso immaginare cosa potresti dire a qualcuno con credo religioso o
tradizioni culturali opposte alle tue...

| E lascia stare le eta prepuberali, non ti conviene toccare questo
| tasto.

Certo. Perché ho 22 anni e tu, in base alla mia e alla tua età
anagrafica, potresti naturalmente dedurre da che parte sta la ragione.
O no? Torniamo al punto di prima: se ho un'opinione differente o sono
afflitta da problemi esistenziali o sono ignorante oppure sono troppo
giovane per comprendere. Benvenuti al festival dell'ovvietà! :o/

| Confesso che riesci a irritarmi, ma ho le spalle larghe.

Ci mancherebbe, dopo tutte le tue mirabolanti imprese! ;o)))))

| certi tipi di persone

Lo sottolineo per la seconda volta. E' proprio questo che contesto.
I tipi di persone. Ma come fai a generalizzare??? Come ha scritto
Fabio (ché magari a lui riesci a dare un po' di autorità in più
rispetto a questa giovincella ignorante e complessata...):

" ho imparato che molto spesso dietro un incravattato può celarsi un
socio di Totò Riina e dietro un jeans strappato può esserci il nipote
di Don Giussani "

A che pro giudicare dall'abito? A che pro usare ancora questa
espressione infelice: "i tipi di persone"?

| Sei irrecuperabile.

Hai una camicia di forza da prestarmi? Non dirmi che durante la tua
vita eccezionale non hai passato almeno un mese in un manicomio per
realizzare un servizio per TeleTaldeitali? ;oDDD

| Posso solo dirti una cosa scherzando. Più conosco le persone come te
| e più capisco quelli che uccidono le mogli. :-))))))))

Più conosco le persone come te e più capisco perché nella nostra
società c'è ancora tanta intolleranza :o((((((((

--
_-°-_ Seshe _-°-_

================================
I Viaggi di Seshepankhatum
www.seshepankhatum.net

Un vero viaggio non è cercare nuove terre,
ma avere nuovi occhi (B. Pascal)
================================

Dr. Pianale
18-03-2005, 17.20.46
Ciao Alessandro



> Il 29/3 partirò da Savona con una crociera Costa che toccherà Ajaccio,
> Palma de Maiorca e Barcellona.

Perfetto...un buon modo per inziare

> E' la mia prima crociera e vorrei qualche consiglio generale da chi ne ha
> fatte altre in passato.

Siam qui per questo

> In particolare, poi, vorrei sapere se per gli uomini è consigliabile
> portarsi giacca e cravatta almeno per la sera.

Se te la senti, sarebbe meglio...ma non c'è un obbligo fisico

> Ogni suggerimento è benvenuto.

Ok.... se ti va, puoi chiedere (o raccontare DOPO la tua esperienza) anche
sul Gruppo che ho in sign

Cristian F.
http://groups.msn.com/CrocieristiItaliani
Il primo Forum dedicato agli amanti delle Crociere