www.ForumViaggiare.com

Links Sponsorizzati


Torna indietro   www.ForumViaggiare.com > ForumViaggiare > Viaggi Forum Principale

Tags: , , , ,

Rispondi
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione Modalità visualizzazione
  #1  
Vecchio 28-09-2008, 14.06.48
deftoned
 
Messaggi: n/a
Predefinito [RECE] Australia, viaggio di nozze autorganizzato

Ciao a tutti, più che una recensione o un diario di viaggio, il post è più
mirato a fornire consigli utili a chi si accinga ad organizzare un viaggio
in Australia, senza tralasciare impressioni generali, tempi necessari e
costi, cercando di essere il più breve e conciso possibile.

Il viaggio è stato totalmente autorganizzato, senza mettere piede in agenzia
(come succede da ormai 10 anni per tutti i viaggi effettuati), studiando un
itinerario che soddisfasse i nostri interessi principali (natura, animali,
mare).
Perchè l'Australia?
Sogno di entrambe fin da bambini, ma in termini pratici, il motivo è legato
al fatto di avere 4 settimane di ferie consecutive forse per l'unica volta
nella vita.
Alla fine la scelta è ricaduta sull'esplorazione delle seguenti aree (in
ordine cronologico, città a parte):

Kangaroo Island
Coral Coast (da Exmouth a Monkey Mia e ritorno)
Kakadu NP e Litchfield NP
Red Center (Rainbow Valley, Kings Canyon, Uluru e Kata Tjuta)
Great Barrier Reef e Whitsundays
Città (Adelaide, Perth, Cairns, Sydney)

Subito la prima considerazione, un viaggio in Australia (rigorosamente IMHO)
non può non comprendere Kangaroo Island e il Western Australia.
Mi sarebbe piaciuto fare il Perth-Darwin in camper, poi ho desistito, in
quanto primo viaggio in Australia, per cui la scelta è ricaduta su un
itinerario ad ovest più ristretto (la sola Coral Coast fino a Shark Bay),
aggiungendo le 'icone' Ayers Rock, Kakadu e Great Barrier Reef.
Passando dal sud all'ovest per poi andare a nord, al centro, quindi finire
ad est i voli sono stati numerosi, nel dettaglio:

Domenica 31 agosto: Bologna-Amsterdam-Kuala Lumpur (KLM)
Lunedì 1 settembre: Kuala Lumpur-Adelaide (Malaysian Airlines)
Mercoledì 3 settembre: Adelaide-Kingscote (REX)
Venerdì 5 settembre: Kingscote-Adelaide-Perth (REX e Virgin Blue)
Sabato 6 settembre: Perth-Exmouth (Skywest)
Venerdì 12 settembre: Exmouth-Perth (Skywest)
Sabato 13 settembre: Perth-Darwin (Qantas)
Martedì 16 settembre: Darwin-Alice Springs (Qantas)
Giovedì 18 settembre: Alice Springs-Cairns (Qantas)
Sabato 20 settembre: Cairns-Hamilton Island (Qantas)
Martedì 23 settembre: Hamilton Island-Sydney (Jet Star)
Giovedì 25 settembre: Sydney-Singapore-Parigi (Qantas ed Air France)
Venerdì 26 settembre: Parigi-Bologna (Air France)

Sulla carta spaventano 10 voli interni, un po' la mia preoccupazione ad
inizio viaggio, invece tutto è filato liscio, i tempi tecnici sono molto
snelli per via dell'ottima organizzazione degli aeroporti e delle compagnie
aeree, nessuna esclusa.
E' sufficiente presentarsi 1 ora prima per il check in (che avviene senza
fila praticamente, essendo aperti anche fino ad 8 desk), gli aerei poi sono
puntuali ed una volta atterrati è veloce pure il ritiro bagagli.

Per le prenotazioni è sufficiente acquistare i biglietti online presso i
rispettivi siti delle compagnie aeree, prenotando prima si ottengono le
migliori offerte (i red deal Qantas per esempio).
I costi sono stati di 1280 euro a persona per il volo intercontinentale
(comprensivo di assicurazione) prenotato a marzo (6 mesi di anticipo)
attraverso Expedia; per i 10 voli interni, invece, circa 1350 euro a
persona, pertanto in totale circa 2630 a persona.

I visti li abbiamo acquistati sul sito dell immigration australiana
([url]http://www.eta.immi.gov.au/)[/url], 20 dollari a persona per l'applicazione
dell'ETA (nessun rilascio di visti adesivi da applicare sul passaporto,
semplicemente si viene inseriti in un database accessibile anche alle
compagnie aeree).


Giorno per giorno (cercando di essere più conciso) ed inserendo itinerario,
tempi, costi e brevissime considerazioni:

Domenica 31 agosto: Bologna-Amsterdam-Kuala Lumpur (KLM)
In ritardo di 3 ore il volo per Kuala Lumpur, saltata la visita programmata
alle Petronas Towers per l'indomani, avendo ora solo 5 ore di attesa in
aeroporto.

Lunedì 1 settembre: Kuala Lumpur-Adelaide (Malaysian Airlines)
Avevo già preso più volte 3 voli consecutivi per arrivare in area Caspio, ma
mai di queste durate (2h+12h+8h). Tutto sommato devo dire che anche l'ultima
tratta, seppure lunga, è scivolata via senza problemi, riuscendo a dormire
abbastanza.

Martedì 2 settembre: Adelaide
Arrivati alle 6.20 in aeroporto ci siamo trasferiti al Comfort Inn Aviator,
convenientemente ubicato in prossimità dell'aeroporto (65 euro doppia con
bagno). Trasferimento in autobus (daytrip ticket per 8 dollari a persona) in
centro e visita a Rundle Mall (area pedonale ricca di negozi) ove ho subito
attivato una sim card australiana attraverso la Telstra. Il mio consiglio è
quello di attivare una sim card se il periodo di soggiorno è significativo,
ad ogni modo con 27 auro (45 dollari) abbiamo usufruito di 40 minuti di
chiamate internazionali (per chiamare casa) e parecchi minuti per le
chiamate nazionali (per confermare i tour, avvertire gli hotel sul nostro
arrivo, ecc).
Dopo il giro a Rundle Mall siamo stati al Cleland Wildlife Park, sulle
Adelaide Hills, scomodo da raggiungere (3 autobus), ma carino per avere
subito per fare conoscenza con la fauna australiana (in realtà il motivo
principale è che volevo vedere il diavolo della Tasmania, ormai presente
nella sola Tasmania).
Stare più di un giorno ad Adelaide a mio avviso conviene solo nei mesi
estivi, per via della vicinanza delle spiagge e della carinissima Glenelg;
per noi è bastata una giornata anche perchè l'obiettivo era Kangaroo Island.

Mercoledì 3 settembre: Adelaide-Kingscote (REX)
Il volo con Regional EXpress consente di arrivare a Kingscote in appena 25
minuti, evitando la macchina a noleggio ad Adelaide (non tutte le compagnie
permettono poi di portare auto a noleggio su Kangaroo Island, controllate le
condizioni contrattuali) e risparmiando il tempo dell'attraversata da Cape
Jervis a Penneshaw.
Alle 7.35 siamo già a Kingscote e alle 8 siamo già a bordo della Hyundai
Getz noleggiata attraverso Budget (prenotazione obbligatoria con largo
anticipo, su KI ci sono solo Budget ed Hertz con pochissimi veicoli a
disposizione). Non è necessario un fuoristrada, a parte qualche pista per il
resto tutte le strade sterrate sono in discrete condizioni anche per i
veicoli convenzionali procedendo con cautela.
Subito visita a Seal Bay, uno degli highlight dell'intero viaggio,
imperdibile, quindi Vivonne Bay (eletta la più bella spiaggia australiana),
magari meglio d'estate...quindi Little Sahara (merita una sosta), e via
verso il Flinders National Park (fantastico Admirals Arch, molto bella anche
la zona di Remarkable Rocks), quindi visita al Koala walk (avvistati diversi
koala al 'naturale', non nei soliti zoo), pernottamento vicino a Seal Bay,
ottima cabin self contained spaziosa (60 euro).

Giovedì 4 settembre - KANGAROO ISLAND
Secondo giorno di esplorazione, questa volta alla costa nord, meravigliosa
Stokes Bay, da togliere il fiato, quindi visita a Paul's Place, e qui mi
soffermo...
Mi spiace per coloro che scelgano tour organizzati e si trovino a
condividere in gruppi da 40 e più persone posti come il Parndana wildlife
park che non ha molto da dire...
Paul's Place è un posto dove l'interazione animale è semplicemente favolosa.
Nessun animale in gabbia, semplicemente il proprietario (Paul, troppo
simpatico) consente l'ingresso nella sua proprietà 3 volte a settimana per
circa un'ora. Qui ci siamo trovati in una decina (tutti australiani a parte
noi naturalmente) e se amate gli animali il divertimento è assicurato.
Risate a non finire, mia moglia ad allattare un canguro con una bottiglia di
birra, io costretto a star fermo con due emu a beccarmi in testa l'orzo che
a manciate mi veniva messo sui capelli... e poi koala, possum, echidna,
esperienza consigliatissima!!!
Quindi ci siamo spostati a Snelling Beach, molto bella, e a Kingscote per il
pelican feeding delle 17, anche questo consigliato.
In serata abbiamo fatto l'Alkirna Nocturnal tour, una guida ci ha portati da
American River a Penneshaw, l'incontro con i pinguini è stato emozionante,
volevamo una cosa intima, diverso dalle tribune di Philip Island.

Venerdì 5 settembre: Kingscote-Adelaide-Perth (REX e Virgin Blue)
Riconsegnato il veicolo (ben 140 euro per due giorni per via dei Km in
eccesso), ci spostiamo prima ad Adelaide, poi a Perth. Serata a scattare
foto allo skyline da Kings Park poi pernottamento al Formule One,
dall'ottimo prezzo e a due passi dall'aeroporto e (insolitamente per un
Formule One) con bagno in camera.

Sabato 6 settembre: Perth-Exmouth (Skywest)
Skywest è l'unica che vola verso il Ningaloo Reef, e non a caso il costo del
volo è una batosta (400 euro a testa andata e ritorno per appena due ore di
volo). Ritiriamo il camper che ci porterà a spasso per i successivi 6
giorni.
Giornata spesa a far snorkelling a Turquoise Bay.
Due parole sul Ningaloo Reef...
A differenza della Great Barrier Reef il vantaggio è la vicinanza alla costa
(e non è cosa da poco, anzi..), i migliori siti per lo snorkelling sono
Turquoise Bay, Lakeside ed Oyster Stack, tutti ad oltre 50 Km da Exmouth.
Qui non ci sono nemmeno campeggi con docce per cui è necessario fare scorta
ad Exmouth e spostarsi con mezzi propri ed essere autosufficienti; gli unici
posti ove accamparsi vengono subito presi prestissimo alla mattina, quindi o
si va presto se si intende passare la notte in 'zona' oppure a fine giornata
si ritorna verso Exmouth.
Quanto allo snorkelling, beh...mai visto una cosa simile, nemmeno nel Mar
Rosso e in Messico e Cuba.
Da riva si accede subito al reef, tartarughe, razze e le solite migliaia di
pesci colorati.
A Turquoise Bay occhio alle correnti, il 'drift snorkelling' è divertente ma
correnti così non le avevo mai sentite, pure la Lonely Planet lo menziona.
Per strada poi un sacco di canguri morti, ed eccoli spuntare verso le
17....da paura..
Attraversano come gatti, velocissimi, ma a differenza sono enormi ed in caso
di urto, malgrado i vari bull bar, i danni sono ingenti.
Tutte le compagnie di autonoleggio, nonchè i locali e tutte le guide
sconsigliano categoricamente di viaggiare dal tramonto all'alba...nulla di
più vero soprattutto qui nell'ovest...ove il rischio è presente pure di
giorno.

Domenica 7 settembre:
Andiamo subito a Yardie Creek per una passeggiata (consigliata), quindi
snorkelling a Lakeside (Oyster Stack è invece 'praticabile' solo in
condizioni di alta marea), bellissima spiaggia, sott'acqua di gran lunga
meglio Turquoise Bay.
Quindi viaggiamo verso Coral Bay, ove arriviamo prima del tramonto.
Shothole Canyon e Charles Knife nel Cape Range NP invece erano chiuse per
vie delle piogge dei giorni precedenti, peccato.

Lunedì 8 settembre:
Giornata spesa a Coral Bay, ottimo snorkelling, tartarughe e razze, assenza
di correnti ed ottima spiaggia...per non parlare della parte nord ove at
ottobre centinaia di squali si riproducono nelle acque basse della zona,
vietato tuffarsi però lo spettacolo è bellissimo ugualmente.
Ci spostiamo verso Carnarvon, passiamo il tropico del capricorno schivando
qualche canguro, pecora e mucca...
Le strade dell'ovest sono fantastiche, il senso di libertà è senza
eguali...l'highlight della vacanza? Può essere...l'ovest rimane nel cuore, è
indescrivibile...imprescindibile...

Martedì 9 settembre:
da Carnarvon proseguiamo a sud verso Shark Bay, ho apprezzato molto gli
stromatoliti per non parlare di Shell Beach, una meraviglia, quindi Eagle
Bluff con le sue vedute sul più vasto manto di sea grass al mondo, quindi
sosta all'Ocean World prima di Denham, consigliato se si ha tempo, più che
un'acquario è un 'aquafarm', dove diverse specie di pesci feriti vengono
recuperate e poi rimesse in libertà...
Arriviamo a Denham dove soggiorniamo nel solito camping (non mi dilungo
sull'ottima qualità e fantastica atmosfera dei camping australiani..e detto
da me che non vado mai in campeggio...), quindi cena allo stra-consigliato
Old Pearler....anche menzionato dalla Lonely, l'unico ristorante al mondo
costruito interamente di conchiglie....una meraviglia.

Mercoledì 10 settembre:
E' arrivato il giorno di Monkey Mia...tanto atteso...ma parziale delusione..
E' strabiliante come questa colonia di delfini per 30 anni sistematicamente
tutti i giorni si presenti a riva saltando appena 4 giorni negli ultimi 5
anni.
Poi il 27 agosto è nato un nuovo delfino, quindi un'attrazione
nell'attrazione...
Purtroppo il feeding assomiglia più ad un circo, una presentazione lunga dei
ranger, quindi il feeding pescando la gente dal pubblico...
Che dire, lo consiglio ma che non sia il motivo fondamentale per una visita
a Shark Bay, un'area meravigliosa che ha da offfrire molto di più dei
delfini di Monkey Mia.
Il consiglio è di presentarsi non più tardi delle 7.30, osservare il primo
feeding sulla palizzata, poi aspettare in zona, i delfini tornano diverse
volte al mattino e quasi mai nel pomeriggio; i feeding sono al massimo 3, il
secondo e il terzo sono meno affollati, per cui consigliato seguire questi
in spiaggia (acqua).
FInito il 3o feeding già alle 10 torniamo a Coral Bay...550 Km in 5 ore
dissanguando un po' il camper, quindi prenotiamo il tour delle mante giganti
per il giorno dopo.

Giovedì 11 settembre
Si parte alle 9.30 verso l'outer reef (pochi chilometri), ed ecco che un
aeroplano va per noi ad individuare le mante, stessa tecnica usata per gli
squali balena durante la stagione.
Viene avvistata una manta e ci buttiamo in acqua...SPETTACOLO!
La manta 'vola' nell'acqua, una cosa meravigliosa, una giornata
indimenticabile. L'escursione è costosa, circa 90 euro a testa, però ne vale
la pena.
Nel pomeriggio tardo rientriamo ad Exmouth ove il mattino successivo
riconsegneremo il camper.

Venerdì 12 settembre: Exmouth-Perth (Skywest)
Ancora Skywest ed eccoci a Perth dalla mattinata, visita a Kings Park con le
sue vedute sul CBD della città, consigliato il Lotterywest trail, quindi
shopping in centro. Perth è una città amabile, molto migliore di Adelaide,
alla fine si rivelerà forse la migliore, quasi al pari di Sydney.
Ci spendiamo una giornata, con più tempo ed in stagione estiva di sicuro ha
moltissimo da offrire, soprattutto fuori, da Rottnest Island, Freemantle,
etc.

Sabato 13 settembre: Perth-Darwin (Qantas)
Arriviamo alle 13.15 a Darwin ed in nemmno mezz'ora abbiamo nuovamente una
Hyundai Getz, questa volta con Europcar.
Subito dritti al Kakadu, ci fermiamo al Mamukala per osservare le Magpie
Geese, non siamo fanatici di bird watching ma il posto è davvero magico,
lungo il trail osserviamo poi diversi canguri che riesco a catturare
(benedetta reflex).
Arriviamo a Jabiru per il pernottamento al Lake View Park, bungalow
economico e molto carino, consigliato (60 euro circa a notte).

Domenica 14 settembre:
Giornata intera dedicata al Kakadu. Prima andiamo in battello sulla Yellow
Water, escursione costosa ma assolutamente consigliata (a patto che si opti
per quella delle 6.45, all'alba c'è il risveglio della foresta e la fauna è
più attiva). Miriade di uccelli e finalmente i tanto (giustamente) temuti
'salty' (saltwater crocodiles).
Ci spostiamo al sito di Nourlangie (molto bello con le sue pitture rupestri
aborigene) e all'Angbangbang billabong, quindi dopo un riposo a Jabiru via
vero Ubir con le sue pitture e l'indimenticabile tramonto (la cosa migliore
del Kakadu).
Una menzione particolare per le mosche...qui sono insopportabili, necessaria
la retina.

Lunedì 15 settembre:
ci spostiamo da Jabiru verso l'Adelaide River per una jumping crocodile
cruise, divertente e consigliata, ottimi gli scatti effettuati per vedere i
coccodrilli saltare dall'acqua ed afferrare 'blocchi' di carne
rossa...quindi ci dirigiamo verso il Litchfield NP.
La scelta è ricaduta sul Litchfield e le sue cascate perchè le bellissime
Jim Jim Falls e Twin Falls del Kakadu durante la stagione secca non danno il
meglio, oltre al fatto che per raggiungerle occorre una guida 4WD piuttosto
ardua e solo la Europcar offre la possibilità di andarci con un mezzo a
noleggio. Gunlom invece era troppo fuori mano e meno spettacolare del
Litchfield.
Qui le Florence Falls e le Wangi Falls ripagano la scelta, grazie ai
preziosi consigli che mesi fa mi diedero alcuni locali su un forum di
Darwin.
Rientriamo a Darwin in serata e qui non posso non citare il Darwin Airport
Resort.
Per soli 155 dollari una stanza da paura, una bellissima piscina ed un
ristorante da favola! A 5 minuti a piedi dall'aeroporto, ideale per la
mattina successiva, alle 6 di vola verso Alice Springs.

Martedì 16 settembre: Darwin-Alice Springs (Qantas)
Alle 8 siamo già ad Alice e alle 8.30 a bordo del Toyota Land Cruiser
noleggiato prenotato qualche mese fa...
Ci dirigiamo lungo la Stuart Highway ed eccoci a svoltare verso Rainbow
Valley...
Mi sbilancio...Rainbow Valley vale più di Uluru, meglio pure di Kings Canyon
e delle Olgas....il tutto IMHO ovviamente, ma sarà che per arrivarci ci
vuole solo un fuoristrada, nessun pulman di turisti in vista, il posto solo
per noi, le rocce, la vallata, i suoni del deserto...una magia unica, uno
dei posti più belli, stra-consigliato.
Torniamo verso la Stuart Highway, sosta veloce da Dinky e via verso Kins
Canyon attraverso la Ernest Giles Road!
Altro highlight, guidare un 4x4 nel deserto...senso di libertà totale, una
meraviglia...
Arriviamo a Kings Canyon alle 15.30 ed intraprendiamo il *** Walk, 9 Km,
ardua la salita, in genere ci si mette sulle 3-4 ore, noi ce ne mettiamo 2 e
mezza...da fare se si è abituati a camminare, dall'alto la vista è
spettacolare, meglio che il percorso breve alla base.
Alloggiamo al Kings Canyon Resort che sconsiglio, purtroppo non ci sono
alternative in zona, il mio consiglio è di valutare l'ipotesi Kings Creek
Station, mi ha fatto una impressione migliore, anche se rimane a 30 Km dal
Canyon.

Mercoledì 17 settembre:
E' la volta di Uluru, ci arriviamo dopo 3 ore e mezza da Kings Canyon,
affrontiamo subito il base walk, 9 km in 3 ore. Consigliato per avere un
contatto con il monolite e respirarne l'atmosfera. La camminata è tutta in
piano, non impegnativa come il *** Walk di Kings Canyon, le mosche poi sono
meno fastidiose che nel Kakadu.
Per chi fosse interessato alla scalata, l'unica è presentarsi all'alba ed
incociare le dita, i venti sulla sommità quasi sempre sono la causa della
chiusura della scalata, oltre ai giorni di caldo estremo.
Ci spostiamo in area tramonto, parecchie macchine, mi maledico per aver
dimenticato il cavalletto a casa, cmq ottimi scatti, le colorazioni sono
suggestive, l'area grande e separata per auto e pulman, c'è posto per tutti.
Pernottamento all'Outback Pioneer Resort, rapporto qualità prezzo non
favorevole, ma è il più economico di Yulara, è l'unico con un po' di vita
alla sera, purtroppo a Yulara la Voyages la fa da padrone...

Giovedì 18 settembre:
Alba ad Uluru, la postazione è molto peggiore, meno organizzata, troppo
vicina al monolite, un sacco di gente....lo spettacolo cmq è molto bello, il
sole che sorge accende letteralmente la roccia.
Ci spostiamo alle Kata Tjuta, facciamo il Valley of the Winds walk, 7,5 km
in circa 2 ore e mezza, il percorso è moderatamente difficile ma
assolutamente da fare...il *** Walk di Kings Canyon cmq è più faticoso.
Facciamo poi anche il percorso breve e poi ci spostiamo verso l'aeroporto,
riconsegnamo il fuoristrada e voliamo verso Cairns.
Alloggiamo al Coral Tree Inn, in centro, grazioso ed economico, ottimo
rapporto qualità prezzo, altro che Voyages!

Venerdì 19 settembre:
Alle 7 il pulman ci passa a prendere, trasferimento a Port Douglas e via con
Wavelength verso l'outer reef della GBR.
Ho scelto Wavelength perchè dopo numerose letture è emerso che da Port
Douglas vi sono migliori escursioni sul reef rispetto a Cairns, oltre al
fatto che era l'unico operatore per soli snorkellers e senza divers, con un
massimo di 25 persone.
Caruccio, circa 120 euro a persona, ma ne è valsa la pena...eccome!
Il viaggio è tremendo, quanto mi è mancato il Ningaloo Reef!
1 ora e mezza di navigazione con tanto di tappa al bagnetto della barca per
rimettere (ed avevo pure preso una pill!), però i siti esplorati..mamma mia!
I coralli mi sono parsi migliori che nel Ningaloo (sono però confronti che
lasciano il tempo che trovano, ciascun sito fa storia a sè), tartarughe,
razze, purtroppo non avvisto gli squali di barriera ma direi cmq il miglior
snorkelling di sempre, meglio pure di Turquoise Bay.
Che dire...do partita patta nel confronto Ningaloo-Great Barrier Reef, il
primo vicino alla costa, snorkelling anche da riva, intimo, per pochi... La
seconda lontana dalla costa, affollata, però forse più spettacolare.
Rientriamo a Cairns attraverso la bella strada panoramica sulla costa.

Sabato 20 settembre: Cairns-Hamilton Island (Qantas)
Whitsundays, arriviamo!
Arrivati ad HI ci spostiamo in traghetto ad Airlie Beach, più precisamente
alla marina di Able Point, dove in meno di un'ora partiamo su una crociera
di due giorni e due notti con la Powerplay della Island Dive.
Che dire, non siamo tipi da resort, nemmeno in viaggio di nozze, e quale il
modo migliore per esplorare le Whitsundays?
La crociera si rivela divertente, costosa (massimo 18 passeggeri), sono 260
euro a testa ma calcolato che per due giorni ci dormi anche ed hai pure il
vitto...il value for money è alto...
Siamo i più anziani (33 anni) della comitiva, gli altri studenti europei in
vacanza - lavoro per un anno in Australia, quanto li invidio!
Ci spostiamo verso due siti dove i divers si immergono, noi snorkeller
avvistiamo parecchi pesci di cui un pesce napoleone davvero gigante, però
nel complesso venendo da Port Douglas e dal Ningaloo non gridiamo al
miracolo.

Domenica 21 settembre:
ancora crociera, questa volta è il giorno di Whithaven Beach! Un paradiso,
Hill Inlet concorre ad essere il miglior lookout che abbia mai visto, la
sabbia bianca di Whithaven batte il confronto con Playa Pilar di Cayo
Guillermo, una meraviglia. Nel corso della giornata visitiamo altri siti per
snorkelling, poi respiriamo in barca la meravigliosa aria delle
Whitsundays...veramente le Tahiti d'Australia!

Lunedì 22 settembre:
rientriamo dalla crociera ed andiamo al nostro alloggio ad Airlie Beach, che
straconsiglio vivamente, i Sunlit Waters Studio, appena 49 euro lo small
studio che ha tutto, 3 letti, angolo cottura, bagno, piscina con vista sulla
marina, tutto pulitissimo, favoloso!
Passiamo il pomeriggio al lagoon e faccio numerose chiamate per il volo
panoramico sulle Whitasundays e sulla barriera corallina ed Heart Reef;
nulla, siamo solo in due, minimo 4 persone, mi rimandano al giorno
successivo.
Ad Arlie Beach c'è vita, il mio consiglio è di soggiornare qui e fare una
crociera di 2 o 3 gg alle Whitsundays, evitando di stare nei resort delle
isole (poi cmq sono opinioni personali).

Martedì 23 settembre: Hamilton Island-Sydney
Richiamo la Air Whitsundays e fortunatamente mi confermano il volo,
fantastico!
Arriviamo all'aeroporto, da non confondere con quello di Proserpine o di HI,
e saliamo a bordo di un idrovolante unitamente ai due piloti e a due tipi
della Fantasea, che poi si fermeranno al Reefworld.
Il volo è emozionante, scatto a raffica con la reflex come sorvoliamo
Whithaven Beach, quindi ammariamo a Reefworld sulla GBR...ridecolliamo,
spettacolare sull'acqua..ed eccoci Heart Reef! La vista è spettacolare, il
volo è costoso (150 euro a testa) ma ne è valsa assolutamente la pena!!!
Ritorniamo a terra, quindi via in traghetto ad Hamilton Island ed in volo
verso Sydney, ove arriviamo alle 18.30.
Lasciamo i bagagli allo Stellar Hotel (straconsiglio, per appena 105 euro
una ottima doppia per di più in zona centrale a ridosso di Hyde Park) e ci
dirigiamo subito al Sydney Aquarium. E' da bambino che desideravo visitarlo,
il tunnel è spettacolare, non delude affatto le mie aspettative.
Usciamo, ceniamo rapidamente e passeggiata nella bella Darling Harbour.

Mercoledì 24 settembre:
Abbiamo solo una giornata piena per Sydney, sfruttiamola a pieno.
Siamo in piedi presto, camminiamo verso Macquarie's Chair, ottime foto con
vista baia, quindi giardini botanici, CIrcular Quay, Opera House, saliamo
sull'Harbour Bridge per il Pylon Lookout, torniamo a Circular Quay, metro
fino a Bondi Junction quindi bus per Bondi Beach, visita alla spiaggia,
torniamo a Circular Quay poi traghetto per Manly, rientro al tramonto per
uno spettacolo pazzesco sulla baia...ceniamo in zona e rientriamo in hotel
dopo 15 ore.

Giovedì 25 settembre: rientro in Italia
Fila tutto abbastanza liscio a parte il mio didgeridoo portato a mano senza
problemi a Sydney e Singapore ma mal digerito dalla security del Charles de
Gaulle...mi tocca imbarcarlo in stiva perdendo il volo per Bologna, fortuna
che mi sparano sul successivo che parte appena due ore dopo...


Qualche considerizione finale...spesa totale pari a 10500 euro, cifra non da
poco, per carità, ma a confronto di quanto viene chiesto dalle agenzie...
Abbiamo risparmiato sugli alloggi a livello di prezzo, che poi però si sono
rilevati di buona qualità (e molto di più in alcuni casi, vedi Darwin,
Airlie Beach e Sydney) e strategicamente ubicati.
Abbiamo investito su alcune attività come le escursioni alle mante giganti,
il volo panoramico sulle Whisundays e il fuoristrada nel deserto.
Il mio consiglio è quello di muoversi da soli, si spende meno, si vede di
più, e se si ha un minimo di padronanza con la lingua (mia moglia non molto,
io viaggiando per lavoro non ho problemi) si riescono ad approfondire meglio
le cose e a fare ottime conoscenze.
Imprescindibile, come dicevo, l'ovest...in assoluto la parte che mi è
piaciuta di più, poi Kangaroo Island (da soli, non in tour) è imperdibile...
Bellissimi anche gli altri posti, non ho alcun rimpianto...la prossima volta
si va d'estate a fare tutto il sud + Tasmania...anche se il Kimberly rimane
nei miei sogni....

Ora devo gestire gli oltre 3mila scatti, se qualcuno ha domande o deve
recarsi nelle zone che ho visitato posso dare una mano molto volentieri...

Ciao a tutti e scusate la lunghezza...




Rispondi citando Condividi su facebook
Links Sponsorizzati
Advertisement
  #2  
Vecchio 29-09-2008, 00.24.53
_-°-_ Seshe _-°-_
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: [RECE] Australia, viaggio di nozze autorganizzato

deftoned ha scritto:

| Ciao a tutti, più che una recensione o un diario di viaggio, il post è più
| mirato a fornire consigli utili a chi si accinga ad organizzare un viaggio
| in Australia, senza tralasciare impressioni generali, tempi necessari e
| costi, cercando di essere il più breve e conciso possibile.

Grazie della RECE, anche se mi è venuto il fiatone soltanto a
leggere dei vari spostamenti! Avete corso (e volato) per tutta
l'Australia! :)

Ora sono molto curiosa di vedere le fotografie, soprattutto
quelle aeree delle Whitsundays!

--
_-°-_ Chiara _-°-_

===========================
I Viaggi di Seshepankhatum
[url]www.seshepankhatum.net[/url]

Un vero viaggio non è cercare
nuove terre, ma avere nuovi occhi
===========================



Rispondi citando Condividi su facebook
  #3  
Vecchio 29-09-2008, 11.57.03
Carla Polastro
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: [RECE] Australia, viaggio di nozze autorganizzato

_-°-_ Seshe _-°-_ wrote:
[color=blue]
> Grazie della RECE, anche se mi è venuto il fiatone soltanto a
> leggere dei vari spostamenti! Avete corso (e volato) per tutta
> l'Australia! :)[/color]

Mi ha ricordato la luna di miele Down Under mia e di Gianluca, anche quella
piuttosto "frenetica"!:-)))

Ciao,

Carla
Rispondi citando Condividi su facebook
Links Sponsorizzati
Advertisement
Rispondi


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Disattivato
Le faccine sono Disattivato
Il codice [IMG] è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
VIAGGIO DI NOZZE AGOSTO Zlatan Viaggi Forum Principale 112 09-03-2011 22.46.13
Viaggio di nozze: Malaysia Lorenzo Viaggi Forum Principale 108 13-02-2011 21.08.30
Viaggio di nozze USA mik.x.ng Viaggi Forum Principale 30 02-02-2011 16.35.03
Hotel Madrid con neonato per viaggio di nozze 30 Settembre-14 Ottobre Dolomiti Viaggi Forum Principale 16 10-06-2007 18.59.01
viaggio di nozze australia [KnutDog™] Viaggi Forum Principale 223 10-06-2007 18.48.59


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 13.01.25.


www.ForumViaggiare.com
Ad Management by RedTyger