www.ForumViaggiare.com

Links Sponsorizzati


Torna indietro   www.ForumViaggiare.com > ForumViaggiare > Offerte e Annunci

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione Modalit visualizzazione
  #1  
Vecchio 14-09-2009, 20.00.51
Consulting
 
Messaggi: n/a
Predefinito Una ricerca condotta dal Centro sviluppo immobiliare del Gruppo Sarpi su un campione di 5000 agenzie in Milano e provincia, evidenzia che il 30% degli intervistati ha dichiarato di non sapere se continuer* l’attivit*. La causa principale di tale

Una ricerca condotta dal Centro sviluppo immobiliare del Gruppo Sarpi su
un campione di 5000 agenzie in Milano e provincia, evidenzia che il 30%
degli intervistati ha dichiarato di non sapere se continuer* l’attivit*.
La causa principale di tale “difficolt*” viene addebitata alla rapida
crescita avvenuta nel 2000 col passaggio dalla lira all’euro: in molti
casi i prezzi sono stati convertiti con un rapporto di 1 a 1 quindi un 1
milione di lire è diventato 1000 euro.
La conseguenza diretta è che molti immobili sono stati acquisiti da
agenzie ad un prezzo eccessivamente elevato per il mercato attuale e non
riescono ad essere venduti, portando l’attivit* in perdita.

Un altro dato interessante che emerge dalla ricerca del gruppo Sarpi
immobiliare è l’aumento delle vendite di nuda propriet* spesso
all’interno della medesima famiglia, questo fenomeno risponde a 2
diverse esigenze da un lato i giovani riescono ad acquistare un immobile
ad un prezzo decisamente più basso rispetto al valore di mercato,
dall’altro chi vende ( generalmente i nonni ) si assicura una somma di
denaro che permette di vivere tranquillamente la terza et*.

fonte: Il Giornale


Svalutazioni e ancora svalutazioni nel 2010. Alessandro Fugnoli, capo
economista di Abaxbank, non vede ancora la luce all'orizzonte per le
grandi banche commerciali colpite dalla crisi subprime. Non è imminente
nemmeno la recessione anche perchè "molti settori economici Usa
continuano a essere vitali. L’Europa, dal canto suo, è in rallentamento,
ma ha ancora una velocit* di crescita più che accettabile. Quanto
all’Asia, la velocit* scende, ma rimane elevatissima", rimarca Fugnoli.
Nel trimestre in corso, la crescita si dovrebbe manteneretra lo zero e
l’uno "e, se va bene, anche qualcosa di più". Quanto all’Europa, la
previsione ufficiale è di crescita vicina al potenziale, ovvero il 2 per
cento, ma anche qui lo scenario di base è accompagnato da avvertimenti
sempre più martellanti sui rischi verso il basso. A preoccupare
maggiormente Fugnoli è semmai il film del 2009. "I prezzi delle case
continueranno a scendere di un altro 10-15 per cento - sottolinea
l'esperto di Abaxbank - . I default sui mutui aumenteranno e il loro
valore di mercato scender* ancora, obbligando le banche e gli altri
soggetti creditori ad altre svalutazioni. Finché si tratta di giocarsi
gli utili 2008 delle banche (nemmeno di tutte) pazienza. In generale il
principio guida per il 2010, secondo Fugnoli, dovr* essere che
guadagnare poco è meglio che perdere molto.

Sull'onda della crisi subprime potrebbero scoppiare ulteriore mine sui
listini continentali. Uno scenario che secondo i tecnici dell'Ocse
potrebbe minare ancor di più la fiducia sulle Borse. Nel rapporto
Financial Market Trends dell'organizzazione con sede a Parigi ha messo
nero su bianco quello che in molti pensano. "Finora investitori sembrano
aver ignorato il clima negativo che è prevalso nel corso dell'estate, ma
potrebbe essere ancora troppo presto per trarre delle conclusioni
certe", denunciano i tecnici dell'Ocse. Tuttavia a loro avviso è
possibile che la recente correzione sia solo una premessa a un fase
negativa più lunga.


Tecnoborsa monitorizza dal 2000 le scelte, le motivazioni e gli
orientamenti degli italiani rispetto al mercato immobiliare. L’ultima
analisi rivela che diminuisce l’acquisto di case, i costi sono troppo
elevati e lo stesso vale per i tassi di interesse. Il mercato delle case
quindi evidenzia forti segnali di crisi. Entro il biennio 2010-2011,
secondo l’indagine curata dal Centro studi sull’economia immobiliare
solo il 9,1% delle famiglie prevede di effettuare un acquisto; lo ha gi*
fatto il 4,2% del campione intervistato e solo lo 0,1% ha tentato una
transazione che non ha dato buon esito.

Rispondi citando Condividi su facebook
Links Sponsorizzati
Advertisement
Rispondi


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalit visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] Disattivato
Il codice HTML Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20.29.05.


www.ForumViaggiare.com
Ad Management by RedTyger