www.ForumViaggiare.com

Links Sponsorizzati


Torna indietro   www.ForumViaggiare.com > ForumViaggiare > Viaggi Forum Principale

Tags: , , , , ,

Rispondi
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione Modalità visualizzazione
  #1  
Vecchio 06-07-2008, 18.09.30
Derek
 
Messaggi: n/a
Predefinito [RECE] Baltico - Berlino - Dresda - Praga 2a puntata

Il 7 sveglia tardi, colazione con comodo preparando anche i panini per il
viaggio in pullman, pago l’hotel con la carta di credito e alle 12 siamo in
stazione per prendere alle 12:30 l’Eurolines Lux Express per Tallinn. A
bordo c’è il bagno, cosa cui tiene il mio compagno che gradisce molto anche
la macchinetta free per caffè e cioccolate, e le prese per ricaricare
batterie e apparecchi vari. Inoltre per chi si è portato dietro il pc
portatile qui c’è anche il wi-fi. Questo anche in diversi ostelli e stanze
d’hotel e ristoranti in corso di viaggio. A Tallinn, alle 17, su un cartello
leggo Viru Tanav, la via dove si trova la nostra stanza, così scendiamo dal
pullman prima della stazione bus, che si trova fuori centro, e in pochi
passi arriviamo alle stanze private del Backpackers Hostel, mentre le
camerate sono ad un altro indirizzo. A Tallinn i prezzi sono tali che non ho
trovato una sistemazione in linea con le altre rimanendo nella stessa fascia
di spesa, così ho scelto questa stanza doppia privata, però senza bagno, in
un appartamento gestito dall’ostello che invece si trova in Olevimagi Tanav,
comunque vicino, Tallinn è piccola. La posizione è centralissima, comoda per
tutte le passeggiate, purtroppo ci sono anche alcuni bar e locali e questo
significherà che la notte gruppi di ubriachi faranno un frastuono
incredibile … sarà l’unico posto del viaggio dove dormirò con i tappi alle
orecchie. Cambio su Viru Tanav ma poco fuori le torri a 1€ = 13,5 Corone
(EEK) Primo giro per la città, è in corso un festival musicale e
folkloristico, nella piazza comunale centrale c’è un gruppo di ballo
popolare e lì in serata assisteremo a brani da operette. Facciamo spesa da
Rimi in Aia Tanav comprando cibi pronti e qualcosa per le colazioni che
mangeremo in ostello. Siamo all’8, giro della città compresa Toompea, la
collina fortificata. Tallinn è piccola ma molto fotogenica. Entriamo (15EEK)
in un tratto delle mura con alcune torri e assistiamo ai vari appuntamenti
musicali sparsi nella città per il festival. Pranzo da Ate, per i pelmeni,
indicato in ostello in una lista di posti economici per mangiare, si trova
su Sauna Tanav, vicino al ristorante georgiano e di fronte all’Angel, gay
bar riconoscibile dall’inizio della via grazie alla rainbow fuori. Il 9
inizio con un’oretta di internet, free fuori la stanza, rispondendo alle
e-mails e ricordando ai berlinesi l’orario del nostro arrivo in serata e che
li chiamerò appena fuori la metro vicino casa. Altro giro in città, acquisto
ad un chiosco il biglietto per l’aeroporto (13EEK), compriamo del kvas da
mettere nella mia borraccia per il bagaglio da imbarcare in aereo, riposo
perché la giornata sarà lunga, pago la stanza (650x2 = 1300 - 65 già versate
con la prenotazione on line = 1.235EEK) e andiamo in una ventina di minuti
in aeroporto, veloce check-in, partenza oltre le fissate 22:05 con EasyJet
(buon volo, aereo comodo e personale simpatico) e atterriamo a Berlino
Schoenefeld alle 23:15 in ritardo rispetto alle previste 22:55 (abbiamo
tolto l’ora di fuso aggiunta a Vilnius). Per raggiungere a quell’ora
l’appartamento prenotato sapevo quali mezzi prendere, individuati grazie al
sito degli aeroporti di Berlino ([url]www.berlin-airport.de)[/url], però temevo di
trovare tutto chiuso nello scalo e di non poter acquistare il Berlin Welcome
Card da 72 ore valido per le zone ABC della città (24,50€), così da
includere sia questo collegamento dall’aeroporto che quello per Potsdam … la
faccio breve, alle 23:30 l’ufficio informazioni del terminal é aperto, ci
sono due addette molto cortesi, compro le Berlin Welcome Cards che volevo,
ci danno una mappa, insomma un benvenuto efficiente a Berlino. Fuori le
porte del terminal, a pochi metri c’è la fermata del bus X7, timbriamo la
Welcome Card, dopo 8 minuti arriviamo alla metropolitana U7 (che si rivelerà
assai utile), capolinea di Rudow, un bel po’ di fermate fino a Eisenacher
Strasse senza cambio di linea, fuori il treno trovo l’uscita con
l’indicazione della via dove alloggeremo, appena risaliti chiamo come
promesso, sono le 00:30 e avviso dove sono, mi dice che sarà in 10 minuti
all’appartamento, noi in meno arriviamo al portone, la via sembra molto
tranquilla e accogliente, arriva in auto, entriamo e ci consegna le chiavi,
accende il frigorifero, spiega come funziona il bollitore per il caffè, pago
190€ (40x4 + 10 per check-in oltre mezzanotte [come specificato nei contatti
precedenti direttamente con il titolare avviati tramite il sito ebab] + 20
di cauzione chiavi che restituirà alla partenza) e fisso l’appuntamento alle
7 del 13 per la nostra partenza … non è ancora l’una di notte e siamo a
letto, che dire … viva la Germania!! Resteremo 4 notti con soltanto 3 giorni
pieni a Berlino, quindi decidiamo di escludere qualunque museo tanto
sicuramente torneremo in questa città che ci ha letteralmente conquistato
per quanto ci siamo stati bene. Il 10, dopo una colazione in un bar vicino
la fermata metro di Eisenacher Strasse che, costando meno dell’Italia, ci
vedrà tutte le mattine seguenti, cominciamo il nostro giro con l’autobus n.
100 che fa capolinea fuori della Zoologischer Garten Banhof: questo bus,
spesso a due piani, è molto noto e frequentato dai viaggiatori perché fa un
bel giro passando per diversi siti turistici e, considerando che ha la
frequenza di un normale bus urbano, si può scendere e risalire ad ogni sito
che si vuole visitare, ma è utile anche la visione d’insieme con il giro
completo fino all’Alexanderplatz. Noi facciamo appunto prima tutto il giro e
poi, tornando indietro, scendiamo sul viale Unter den Linden vicino la Porta
di Brandeburgo e iniziamo le nostre visite a piedi, durante le quali saliamo
sul Reichstag dopo una coda di quasi un’ora ed in cima alla torre della
televisione sull’Alexanderplatz (con la Berlin Welcome Card 7€ invece di
9,50). Ci è piaciuta molto la piazza Gendarmenmarkt. Alla sera, stremati dai
km percorsi, dopo aver acquistato una ricca porzione di spaghetti cantonesi
al chiosco fuori la Zoo Garten torniamo al nostro appartamento in bus. L’11
ci rechiamo a Potsdam con la S-bahn e con il bus 695 (valida la Berlin
Welcome Card) fino all’entrata del Parco Sans Souci. Ho scelto di entrare
dall’Obelisco per passare subito alla Chiesa della Pace e poi arrivare al
Castello Sans Souci. Si può visitare tutto il parco, compresi i bellissimi
esterni dei castelli e degli altri edifici (meravigliosi quelli del
padiglione Cinese), senza sborsare un centesimo, mentre occorre pagare (e
parecchio) per gli interni: prendiamo il biglietto cumulativo giornaliero
(che comprende anche l’audioguida) che vale per tutti i siti del parco ed
include il Sans Souci, per il quale occorre scegliere una visita ad un
orario esatto, a 15€. Visitare tutti i siti del parco è da mal di testa e da
corsa contro il tempo, inoltre mi accorgo che il biglietto è della
Fondazione dei Castelli e Giardini Prussiani di Berlino – Brandeburgo,
quindi vale anche per il castello di Charlottenburg che visiteremo
l’indomani, ma pensare di includere tutto in questo biglietto giornaliero è
assolutamente impossibile, ci limitiamo quindi al Sans Souci, con la cucina,
al padiglione Cinese e al Neues Palais. Nelle vicinanze di quest’ultimo
riprendiamo il bus. Per mangiare ci fermiamo in un paio di posti alla
stazione di Potsdam che avevamo adocchiato arrivando, un thailandese ed un
tipico self service di robusta cucina tedesca … un pasto alla buona costa
decisamente meno in Germania che in Italia ed è buonissimo. Nel pomeriggio
avanzato altro giro per Berlino, sosta al KaDeWe ed al suo famoso ultimo
piano dove suggeriamo di dare un’occhiata ma visti i prezzi di non bere o
mangiare nulla, poi visita vicino la Porta di Brandeburgo al memoriale e al
sottostante archivio dell’olocausto ebraico e al memoriale di quello degli
omosessuali, inaugurato da qualche giorno, che troviamo abbastanza brutti ed
incomprensibili … boh, ammetto di non seguire le tendenze moderne
dell’architettura … poiché però alcuni ragazzi giocano fra i cubi del
memoriale ebraico forse non siamo i soli!! Il memoriale degli omosessuali è
un grosso e irregolare parallelepipedo di cemento con una finestrella dentro
la quale si vede un filmato con due ragazzi che si baciano … un pieghevole
preso all’archivio ebraico spiega che finché la visione di due persone dello
stesso sesso mentre si scambiano tenerezze verrà considerata innaturale e
susciterà reazioni conseguenti allora sarà sempre possibile un nuovo
olocausto … una coppia russa si avvicina e guarda il filmato, la donna
scoppia a ridere e si allontanano scuotendo la testa … ok, il messaggio è
chiaro, però il cartello che lo intitola era meglio fosse più vicino …
comunque quel blocco di cemento per me è davvero brutto, come brutti trovo
quelli, molto fitti e numerosi, del memoriale dell’olocausto ebraico. Però i
gusti son gusti, ci mancherebbe fossi io a dubitarne!!!! Il 12 iniziamo dal
Castello di Charlottenburg, dove arriviamo in metro (Richard Wagner Platz,
sempre U7!!). Riprendiamo lo stesso biglietto cumulativo giornaliero del
giorno prima a Potsdam, ma senza il Sans Souci, per 12€, col quale visitiamo
anche il Mausoleo ed il Belvedere, con una bella passeggiata nel parco.
Usciamo dalla parte nord, proseguendo oltre il Belvedere, passiamo la Sprea
e riprendiamo la metro a Jungfernheide (U7 …). Allo Zoo prendiamo stavolta
il bus 200 e facciamo un giro per alcune zone di architettura moderna come
la Potsdamer Platz, passando anche davanti la per me mitica Philarmonie
andata a fuoco in alcuni interni qualche giorno prima della nostra partenza,
e giungendo fino al capolinea, in un quartiere dall’architettura tipica
della ex-DDR, tutto sommato abbastanza piacevole, non ricorda i grigi
casermoni sovietici visti in altri paesi del vecchio blocco. Poi un po’ di
shopping (nei supermercati puoi infilare in delle macchine per riciclaggio
le tue bottiglie di plastica vuote e alla fine dopo il tuo stop esce un
buono valido in quel supermercato per la spesa o che puoi monetizzare
all’amministrazione, 0,15€ ogni bottiglia … ecco perché i barboni
perlustrano le strade e le pattumiere … fatto sta che non c’è plastica in
giro … meditare …) e una sosta nel Tiergarten alla Siegessaule e ad altri
punti vicini. E’ la mattina del 13, arriva il padrone di casa con puntualità
teutonica, consegno le chiavi e riprendo i 20€ di cauzione, essendo scadute
le 72 ore della Berlin Welcome Card prendiamo un normale biglietto urbano
(2,10€!!!!!) quindi la U7 fino alla fermata Wilmerdorferstrasse e lì la
prima S-bahn per la Stazione Centrale dei treni (Hauptbahnhof) per il nostro
EuroCity delle 8:46. E’ venerdì, il treno è abbastanza pieno e noi, senza
prenotazione, ci mettiamo qualche minuto per sederci, ma poi tutto si
risolve. Arriviamo a Dresda, stazione di Dresden-Neustadt (non la centrale),
puntualissimi alle 10:44, da lì l’ostello è a 10 minuti a piedi fino a
Hechtstrasse 10. Ci sistemiamo e siamo subito fuori, attraverso la
Konigsbrucker Strasse arriviamo in Albert-Platz, il centro della Neustadt,
da lì la Konig-strasse per un tratto fino alla chiesa e poi la Haupt-strasse
dove ci fermiamo per un bello spuntino. Arrivati sul ponte, Augustusbrucke,
ci fermiamo impressionati: la visione del centro storico di Dresda,
sull’altra riva dell’Elba, è mozzafiato: una bellezza straordinaria,
teatrale come nel più tipico barocco. Iniziamo il nostro giro, anche qui
decidiamo di saltare i musei (in particolare la Gemaldegalerie Alte
Meister), perché Dresda è del tutto appagante con le sue strabilianti
architetture. Gironzoliamo per la Cattedrale, la Semperoper, la
Frauenkirche, i vari altri edifici monumentali e soprattutto lo Zwinger,
ogni singolo edificio è bellissimo ma l’insieme incredibile. Al ritorno
verso l’ostello capitiamo nella festa della Neustadt, tutti i locali e
ristoranti hanno stands fuori, mucchi di gente, ci fermiamo ad un tavolo
marocchino. La mattina dopo pago l’ostello e riandiamo a piedi alla stazione
Dresden-Neustadt, riprendiamo alle 10:44 lo stesso treno del giorno prima,
stavolta del tutto vuoto e non si riempirà nemmeno alla
Dresden-Hauptbahnhof. Durante il tragitto bellissimo scenari costeggiando il
fiume, la cosiddetta Svizzera Sassone. Alle 13:18 siamo alla stazione
internazionale di Praga Holesovice. Verificato che cambiare non è molto
conveniente agli sportelli cambio della stazione (non so ancora che in città
vedrò molto di peggio), da un bancomat prelevo contanti con la carta di
credito ad un buon tasso, anche se ovviamente pagandoci la commissione.
Inoltre la cifra che voglio ritirare io è superiore a quelle indicate sullo
schermo così digito io l’importo esatto ma compare la scritta che non vi
sono fondi sufficienti; lo stesso anche ad altri che tentano di ritirare;
allora ritiro in due volte l’importo che desidero e non ci sono problemi,
però così pago due volte la commissione. Tuttavia se alla stazione si trova
1€ = 23 Corone (Kc o CZK) più le commissioni (5% con un minimo elevato),
nelle vie centrali vedrò grandi cartelli con “no commission” o buonissimi
cambi (tipo 1€ = 24 o 25Kc), salvo verificare una volta dentro l’ufficio che
quel cambio vale solo per cifre come dalle 50.000Kc = circa 2.000€ in su,
per le cifre inferiori il cambio sarà di 1€ = 18Kc!!! Fuori la stazione c’è
un ufficio della società dei mezzi pubblici urbani, prendiamo una mappa
gratuita delle metro/tram/bus e acquistiamo dei biglietti (2 tipi: biglietto
da 18Kc vale 20 minuti su bus e tram mentre sulla metro vale 5 stazioni, non
si possono fare trasferimenti tra mezzi; biglietto da 26Kc permette di
utilizzare tutti i mezzi desiderati per 75 minuti). Il tram che porta
all’hotel Splendid in questo periodo è interrotto per lavori, così prendiamo
un tram fino alla Strossmayerovo Namesti e poi lo X7 sostitutivo fino
all’hotel. Check-in, lasciamo le borse e subito fuori per la magica città.
Per 3 giorni e mezzo l’abbiamo ammirata da vari punti e percorsa a lungo
passeggiando, sui tram, in metro, sulle strade, piazze e sui ponti. Siamo
entrati al Castello (vari percorsi e soluzioni, abbiamo scelto quello da
250Kc, comunque la cattedrale di S. Vito è gratuita), al Museo Ebraico
(300Kc + 40Kc per fare foto, cifra eccessiva e comunque le sinagoghe non mi
sono sembrate molto interessanti mentre il Vecchio Cimitero è davvero
suggestivo) abbiamo visto i suoi edifici art-nouveau nella cintura del
centro storico (Narodnì – Na Prikope – Piazza S. Venceslao), preso un
battello per vedere la città dalla Moldava a 200Kc, visitato la Chiesa di s.
Nicola (70Kc), fatto spesa nei supermercati (c’è Billa vicino Namesti
Republiky: bottiglia d’acqua naturale a 4,90Kc, ma anche nella Letenske
Namesti vicino l’hotel), ricomprato l’antidolorifico alla farmacia aperta
24ore su via Palackeho poco sotto S. Venceslao (ibuprofeno da 400mg, 30
capsule a 51,80Kc), girovagato senza meta per Mala Strana, entrati in
cortili e portoni, guardato la città a testa in su, fatto spuntini qua e là,
mangiato in vari posti spendendo circa 200/230Kc a testa (siamo stati 3
volte a pranzo o a cena da Kolkovna, su V Kolkovné 8, sulla piazzetta
antistante la Sinagoga ********, dove un’ottima e croccante mezza anatra
arrosto a 325Kc inclusi i crauti bianchi e rossi e gli gnocchi di pane è
stata sufficiente per noi 2. Non mi è piaciuto nei ristoranti, compreso
Kolkovna ma solo l’ultima sera, che loro trattengono il resto come mancia
andandosene velocemente con un semplice grazie senza che uno abbia
manifestato quell’intenzione: ovviamente mi sono fatto riportare il conto,
fatto dare il resto e non ho lasciato una Kc di mancia, mentre le altre
volte avevo sempre lasciato qualcosa. Arriva l’ultimo giorno, ultimo buono e
ampio buffet, pago l’hotel con la carta di credito, con un biglietto da 26Kc
prendiamo l’X7 fino al capolinea di Hradcanska, la metro per una fermata
fino al capolinea di Dejvicka ed il comodo bus 119 che in circa 20 minuti ci
conduce all’aeroporto. Veloce check-in con la SkyEurope per Roma, volo in
orario e discreta attesa per i bagagli.

--------------------------------
Inviato via [url]http://arianna.libero.it/usenet/[/url]
Rispondi citando Condividi su facebook
Links Sponsorizzati
Advertisement
Rispondi


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Disattivato
Le faccine sono Disattivato
Il codice [IMG] è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Berlino o Praga a voi la scelta!! francescace Viaggi Forum Principale 0 17-04-2011 14.24.38


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 14.01.23.


www.ForumViaggiare.com
Ad Management by RedTyger