www.ForumViaggiare.com

Links Sponsorizzati


Torna indietro   www.ForumViaggiare.com > ForumViaggiare > Viaggi Forum Principale

Tags: , , , ,

Rispondi
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione Modalità visualizzazione
  #1  
Vecchio 24-11-2009, 19.13.57
primula rossa
 
Messaggi: n/a
Predefinito [RECE] Terra Santa e Giordania 2009

TERRA SANTA E GIORDANIA 2009



Ciao a tutti!

Dopo tanto lurkare, eccomi stavolta a condividere con voi il viaggio che ho
recentemente compiuto in quei Paesi e mostrarvi, nel contempo, una selezione
di 142 foto scattate in quei luoghi (reperibili sul sito

[url]http://www.raccontidiviaggio.com/terrasanta09foto.html[/url] , gentilmente messomi
a disposizione dall'amico MassimoB).



Naturalmente, per comodità e in ragione dell'età non più giovanile, io e mia
moglie abbiamo preferito accodarci - anzichè autogestirci - in questo
viaggio, interamente organizzato dal Patronato locale Etsi-Cisl, soprattutto
perchè veniva effettuato in un periodo assolutamente comodo per le nostre
esigenze familiari.



L'intero pacchetto prevedeva - oltre lo spostamento in aereo da/a
Malpensa-Tel Aviv - un tour di 8 giorni completi (dal 5 al 12 novembre 2009)
in autobus, con guida italiana ed anche giordana nel tratto interessato, in
pensione completa e in alberghi di categoria superiore, al costo totale di
1300 euro a persona.

Erano comprese le tasse di frontiera, i visti d'ingresso, le mance, le
assicurazioni sanitaria, bagaglio e annullamento, con eccezione delle sole
bevande ai pasti (resesi necessarie solo in Giordania, perchè in Israele
venivano portate gratuitamente in tavola brocche d'acqua naturale
perfettamente bevibile).



Percorso:

in Israele e zona palestinese

Tel Aviv - Cesarea - Carmelo - Haifa - Tiberiade - Cafarnao - Tabga - Monte
delle Beatitudini - Nazareth - Giordano - Qumran - Jerico - Betlemme -
Gerusalemme (visita di tutti i luoghi santi).

in Giordania

Jerash (l'antica Gerasa) - Amman - Petra - Amman - Madaba - Monte Nebo.



Strade:

ottimamente percorribili dappertutto, persino lungo gli itinerari desertici
della Giordania.

Trafficate sono risultate le città di Haifa, Gerusalemme e Nazareth.

Attualmente è in costruzione a Gerusalemme una metropolitana leggera (che
forse verrà terminata nel 2010) che collegherà i sobborghi a nord della
città con il centro urbano.



Volo: Malpensa Tel Aviv con Eurofly 320 di 180 posti (30 file di 3+3 posti)
sia all'andata - (partenza alle 7.00) che al ritorno (ripartenza alle 22.05
ore locali).

Il volo è durato 3 ore e mezza all'andata e poco più al ritorno,
intramezzato dal consueto spuntino-beveraggio offerto dalla Compagnia di
bandiera.



Alberghi:

Bali (1 categ.) a Tiberiade, per le prime due notti - Regency (4 stelle) ad
Amman, per le due intermedie e Ramada (1 categ.) per le ultime tre notti
passate a Gerusalemme.



Cibo:

Sia per le cene in albergo che per i pranzi nei ristoranti (con
self-service) abbiamo trovato la nostra cucina tradizionale (riso, piuttosto
che pasta, pollo, spezzatini, pesce:ottimo quello di S.Pietro, assaggiato in
Galilea, insalate, ottime melanzane, agrumi e dolci) e ovviamente le varie
stuzzicherie locali (zuppe, salsette, formaggi freschi, datteri).



Tempo metereologico:

Ottimo per tutto il periodo.



Valuta:

Nuovo shekel (pari a 0.18 EURO) in Israele e dinaro (pari a 0.96 EURO) in
Giordania

Non s'è reso necessario acquistare la valuta locale poichè, in entrambi i
Paesi, si è potuto tranquillamente utilizzare sia l'Euro che il Dollaro USA.



Controlli israeliani:

Come già si sapeva, i controlli all'aeroporto, al confine giordano 2-3 ore
(e in parte anche a quello palestinese e al Tempio) sono stati accurati ogni
volta.

Al ritorno, ad esempio, ci sono stati questi passaggi:

- controllo orientativo sull'autobus, da parte di un giovane soldato armato
di mitra, a un posto di blocco situato a circa 500 metri dall'aeroporto;

- in aeroporto, consegna individuale di un foglio scritto in italiano con
l'invito a dichiarare verbalmente se i nostri bagagli erano stati preparati
da noi, se li avevamo eventualmente abbandonati per qualche tempo, se
portavamo armi e coltelli.

- esame ai raggi dei bagagli da stivare.

- interrogazione sui bagagli sospetti (contenenti ceramiche od altro
materiale) individuato dal loro controllo con i raggi-x, giustificando dove
sono stati acquistati, in che numero, e apertura delle valigie in caso di
risposte non convincenti.

- controllo dei passaporti con verifica che la scadenza risultasse di almeno
6 mesi successiva. Nell'esibirlo abbiamo richiesto il "no stamp", onde non
vederci negata la possibilità di entrare nei paesi ostili a Israele. In tale
caso l'addetto ha posto il timbro su un foglio a parte o sul retro del
biglietto aereo da utilizzarsi.

- esame del bagaglio a mano ai raggi-x e consueto attraversamento della
porta munita di metal detector. Contrariamente al divieto esistente in
Europa sui liquidi al seguito, in Israele non c'è stata obiezione nel
portarsi la bottiglietta d'acqua da mezzo litro.





Descrizione paesi:



La Galilea - a nord d'Israele - ha un paesaggio dolcissimo, molto coltivato
(si fanno anche 2/3 raccolti di grano l'anno), con fiori d'ogni tipo (e, a
detta della guida, assai spettacolari in primavera).Il lago di Tiberiade
(chiamato anche Mare di Galilea per l'improvviso fluttuare delle acque in
particolari eventi atmosferici), che si trova in una depressione a - 210
metri dal livello del mare, è una eccezionale risorsa per la coltura e il
paesaggio della zona, grazie all'acqua che può costantemente fornire,
insieme all'uscente Giordano, a migliaia e migliaia di condutture idriche
opportunamente installate, in quanto l'acqua piovana la si può avere solo
pochi mesi l'anno.

La Giudea, a sud, invece è meno verdeggiante e più montagnosa.

Oltre il limite dei palmeti, lungo la depressione longitudinale del
Giordano, si incontrano paesaggi con i limi di colore lunare e zone
collinari con svariate stratificazioni tettoniche.

Questi territori fanno parte della Rift Valley, la vasta depressione che si
estende dalla Siria fino al Mozambico. Il Giordano poi, nel suo percorso,
compie un dislivello di migliaia di metri dalle sue sorgenti fino al mar
Morto, che si trova a 408 m sotto il livello del mare.



Il territorio occidentale giordano visitato (est del Giordano) è invece un
altopiano prevalentemente desertico, con la maggior parte della popolazione
concentrata in poche importanti città (Amman, Irbid, Zarqa e Kerak) o in
storiche località (Gerasa, Madaba e Petra).

Dalle rive del Giordano (sotto il livello del mare) si sale rapidamente a
oltre 1000 metri di altitudine di tali città.

I corsi d'acqua, presenti un tempo nelle profonde valli, sono molto scarsi e
limitati al periodo saltuario delle piogge.





Gente:



- Gli ebrei non hanno un forte interesse ad abbellire la casa. Passando,
abbiamo infatti visto che la casa di Netanyahu è alquanto modesta
esternamente, situata in vicinanza della Knesset (Parlamento israeliano).
L'importante, per loro, è avere un pezzo di terra nella loro patria, da
lasciare ai propri discendenti per generazioni e generazioni.

- La costruzione degli alloggi viene incentivata dal governo, nel senso che
lo Stato mantiene sempre la proprietà del terreno mentre la parte
sopraelevata diventa di proprietà di chi l'acquista.



- I giordani sono per la maggior parte (80%) piuttosto poveri (con un
reddito familiare che si aggira dai 300 ai 600 euro al mese, a seconda del
numero dei figli), di famiglia numerosa (7/8 componenti) e che vivono per lo
più in città, essendo desertico l'82% del territorio nazionale.

E' un popolo giovane (l'80% con meno di 40 anni) che ha voglia di
migliorarsi, tanto che ora anche le donne sentono la necessità di andare a
lavorare. Per questo, stanno nascendo scuole private che vengono incontro
alle famiglie ad un costo contenuto.

La nostra guida - Isam (che conosce bene l'Italia per aver vissuto 3 anni -
come studente - a Perugia) - coniugato con'insegnante d'inglese che guadagna
260 euro al mese dopo 7 anni di attività, ad esempio corrisponde alla scuola
privata circa 1200 euro l'anno per gli studi e l'assistenza di due dei suoi
tre figli.

L'insegnamento statale è gratuito dai 6 ai 16 anni.

Tuttavia, nonostante la povertà, è sempre rimasta nel Paese la volontà di
formare famiglie numerose. La tradizione e il credo religioso - mussulmano
sunnita - cui aderisce il 94% della popolazione, ne è probabilmente la
causa.

Il turismo (grazie a Petra) è una fonte preziosa per il governo giordano,
tanto che negli spostamenti in autobus viene quasi sempre garantita la
presenza di un poliziotto a bordo (com'è stato in effetti anche per noi), in
modo di dare più sicurezza ai turisti.



I beduini della Giordania:

Riporto quanto ci ha riferito la nostra guida, che li ha conosciuti e
frequentati da vicino.

- Rappresentano il 6% della popolazione e vivono sotto le tende, nel
deserto, in prossimità di una sorgente d'acqua.

- Rimangono nello stesso posto finchè non finisce l'acqua.

- Sono persone perbene, dotate di un alto senso di altruismo, di fedeltà e
di generosità. Per queste caratteristiche, un buon numero di essi è stato
reclutato nel corpo militare delle "guardie reali"

- Pur vivendo isolati, sono registrati anagraficamente.

- I figli vanno a scuola per mezzo di un pulmino che il governo giordano si
preoccupa di mettere a loro disposizione.

- Non accettano denaro dall'ospite e non gli chiedono chi sia (almeno fino
al 3° giorno) e neppure perchè è capitato da quelle parti.

- Vivono in tribù (sino a 200 tende).

- Hanno un capo-tribù che solitamente è il più anziano o quello che ha
maggiori disponibilità economiche e che può aiutare la gente. Questi viene
rispettato da tutti.

- All'arrivo dell'ospite, viene offerto il caffè arabo (bollito per 3 ore),
il quale è prima assaggiato dal capotribù, in segno di garanzia, e poi
dall'ospite che, in segno d'amicizia, non lo deve o dovrebbe rifiutare.

- Non hanno logicamente la televisione, ma fra loro fraternizzano e
discutono a lungo d'ogni cosa. I più anziani offrono di buon grado i
migliori consigli ai giovani privi d'esperienza.

- Vivendo all'aperto, con aria e acqua più pulite, riescono meglio a
sopportare le malattie e eppoi sanno curarsi senza le medicine, usando le
radici del deserto. Per esempio, contro il mal di pancia, usano - con
successo - il tè alla salvia.

- Vanno a caccia, a cavallo, e vivono di prodotti del latte (yoghurt,
formaggi e burro) che commerciano con alimenti e altro che non possono
avere.

- Si divertono con la musica, suonando il violino.

- Di religione sono mussulmani sunniti.



Curiosità:



In Israele

- La scrittura ebraica ed araba è opposta alla nostra, in quanto si procede
da destra a sinistra, salvo i numeri che vengono scritti nella nostra stessa
direzione.

- Sullo stipite delle porte israeliane ed in albergo, viene messa - di
norma - la "mezuzah", un'astuccio - contenente un rotolino con precetti
della Sacra Scrittura - invitante alla preghiera.

- l'abbigliamento dell'ebreo osservante è composto da un vestito
rigorosamente nero e dalla camicia bianca, un cappello altrettanto nero e
largo che copre il kippah, la tipica papalina indispensabile per la
preghiera. I capelli scendono ai lati del volto, spesso ondulati e annodati
con treccine. Si notano infine astucci che pendono dalle braccia e dalla
fronte e frangie dagli angoli dei vestiti come promemoria dei precetti e
l'immancabile barba. Le donne di stretta osservanza non portano
assolutamente i pantaloni ed hanno anch'esse un cappellino in testa, camicie
a mezze maniche e gonna sotto il ginocchio.

- al tramonto di venerdì inizia per gli ebrei lo shabbat che termina alla
stessa ora del giorno successivo. A ricordo del riposo di Dio dopo la
creazione, non si deve assolutamente lavorare (i negozi sono chiusi) . I più
osservanti arrivano persino a non premere gli interruttori della corrente,
secondo il precetto biblico che prevede di non accendere fuochi di sabato.
Si è saputo che in certi alberghi c'è un automatico funzionamento degli
ascensori che salgono e scendono ininterrottamente i piani aprendo e
chiudendo le porte.

- in campo alimentare gli ebrei osservanti non mangiano carne di animali
impuri (coniglio,maiale, cavallo, cammello) e inoltre non possono consumare
durante lo stesso pasto latticini e carne.

- il sicomoro di Gerico, che pare non riesca a crescere in altre parti del
mondo.



In Giordania

-le case giordane (a parte quelle della capitale Amman) risultano per la
maggior parte incomplete. Si vedono chiaramente i pilastri in cemento armato
che fuoriescono dopo i vari piani, forse nell'intento di costruirne altri in
futuro, allorchè si avranno più soldi da spendere.

- il colore beige, che è il solo adottato nelle facciate di tutte le case di
Amman.

- a Petra i beduini stanziali del posto (che non sono gli autentici beduini
del deserto) si sono divisi i compiti: nel primo tratto vi sono quelli a
cavallo e quelli che portano il calesse, nel secondo (zona del Tesoro)
quelli che gestiscono i dromedari e nel terzo quelli che utilizzano i muli
per le salite impegnative.



Cosa mi ha affascinato di più:

- la splendida Jerash (la Pompei del Medio Oriente) con l'Arco di Trionfo di
Adriano, le Mura dell'ippodromo, la Piazza Ovale attorniata da 56 colonne
ioniche, il Cardo Maximus di 800 metri con 500 colonne tuttora erette, il
Teatro Sud, il Ninfeo,il Tempio di Artemide.

- l'affascinante Petra con le incredibili e multiformi colorazioni di
arenaria rosa del suo Siq, lungo 2 Km, formatosi da una spaccatura,
l'acquedotto scavato nella roccia, la facciata del Tesoro alta 40 metri, il
Teatro e la Tomba dell'Urna, la Tomba Palazzo che abbiamo visto solo da
lontano.

- il pediluvio nel Mar Morto (con un'acqua talmente oleosa da riuscire a
rendere una pelle fresca come quella di un neonato) anche se poi ho dovuto -
al rientro a casa - eliminare i pantaloni - rialzati a mezza gamba - che
s'erano un po bagnati nella fase di immersione (in quanto irrecuperabili in
tintoria).

- Gerusalemme, per le belle viste panoramiche, godibili dai vari colli, e
per le sue stupende luci notturne. Grandioso e di grande fascino è il ponte
Calatrava, recentemente inaugurato, che raffigura un'arpa (quella di Re
Davide) inclinata sulla città, grazie ad un pilone di 118 metri di altezza
collegato a 66 cavi di acciaio.



Cosa non mi è piaciuto:

- il commercio smodato e l'enorme afflusso di pellegrini e turisti in
prossimità e dentro i Luoghi Santi, tanto da preferire decisamente - per un
autentico cammino spirituale - un eremo delle nostre parti, quale potrebbe
essere quello di Subiaco o di altri mistici Conventi dell'Umbria e della
Toscana.



Certamente, il nostro, non è stato un vero e proprio pellegrinaggio
religioso, ancorchè si siano visitati tutti i Luoghi Santi in cui è apparso
Gesù, in quanto è stato dato ampio risalto anche alla parte culturale e
turistica di città come Petra e Jerash, che meritano sicuramente anche più
del tempo che abbiamo loro dedicato.



Peccato - alla fine - che il viaggio sia durato troppo poco per le
molteplici altre cose che potevano essere ulteriormente viste ed apprezzate
(penso in particolare a Masada e al Monte Tabor in Terra Santa e al Wadi Rum
e alla Piccola Petra in Giordania).

Chissà che non ci sia un'altra possibilità in futuro ...

Mai dire mai ;-)



Un cordiale saluto a tutti,

Sergio :-)
--
"Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone"(John
Steinbeck)




Rispondi citando Condividi su facebook
Links Sponsorizzati
Advertisement
  #2  
Vecchio 25-11-2009, 03.04.44
federicoP
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: [RECE] Terra Santa e Giordania 2009

primula rossa ha scritto :

[color=blue]
> TERRA SANTA E GIORDANIA 2009
>.....
> Chissà che non ci sia un'altra possibilità in futuro ...
> ............[/color]


Bravo Sergio, rece completa in grado di soddisfare le aspettative di
molti (lato umano, monumenti, notizie pratiche, ecc.....).

Mi sembra di trovare conferma che Gerusalemme supera di gran lunga
l'interesse degli altri luoghi che hai visitato in Israele.
Giusto ?


Ciao e grazie :-)




--
federicoP



" Viaggiare é un desiderio che provano in tanti e tutti se ne pentono,
perché non si ritorna mai. "

Da: La Misura del Mondo, di D. Kehlmann


[url]www.federicop.eu[/url]
------------------------------------
per scrivermi elimina la china


Rispondi citando Condividi su facebook
  #3  
Vecchio 25-11-2009, 03.04.44
federicoP
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: [RECE] Terra Santa e Giordania 2009

primula rossa ha scritto :

[color=blue]
> TERRA SANTA E GIORDANIA 2009
>.....
> Chissà che non ci sia un'altra possibilità in futuro ...
> ............[/color]


Bravo Sergio, rece completa in grado di soddisfare le aspettative di
molti (lato umano, monumenti, notizie pratiche, ecc.....).

Mi sembra di trovare conferma che Gerusalemme supera di gran lunga
l'interesse degli altri luoghi che hai visitato in Israele.
Giusto ?


Ciao e grazie :-)




--
federicoP



" Viaggiare é un desiderio che provano in tanti e tutti se ne pentono,
perché non si ritorna mai. "

Da: La Misura del Mondo, di D. Kehlmann


[url]www.federicop.eu[/url]
------------------------------------
per scrivermi elimina la china


Rispondi citando Condividi su facebook
  #4  
Vecchio 25-11-2009, 03.04.44
federicoP
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: [RECE] Terra Santa e Giordania 2009

primula rossa ha scritto :

[color=blue]
> TERRA SANTA E GIORDANIA 2009
>.....
> Chissà che non ci sia un'altra possibilità in futuro ...
> ............[/color]


Bravo Sergio, rece completa in grado di soddisfare le aspettative di
molti (lato umano, monumenti, notizie pratiche, ecc.....).

Mi sembra di trovare conferma che Gerusalemme supera di gran lunga
l'interesse degli altri luoghi che hai visitato in Israele.
Giusto ?


Ciao e grazie :-)




--
federicoP



" Viaggiare é un desiderio che provano in tanti e tutti se ne pentono,
perché non si ritorna mai. "

Da: La Misura del Mondo, di D. Kehlmann


[url]www.federicop.eu[/url]
------------------------------------
per scrivermi elimina la china


Rispondi citando Condividi su facebook
  #5  
Vecchio 25-11-2009, 03.04.44
federicoP
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: [RECE] Terra Santa e Giordania 2009

primula rossa ha scritto :

[color=blue]
> TERRA SANTA E GIORDANIA 2009
>.....
> Chissà che non ci sia un'altra possibilità in futuro ...
> ............[/color]


Bravo Sergio, rece completa in grado di soddisfare le aspettative di
molti (lato umano, monumenti, notizie pratiche, ecc.....).

Mi sembra di trovare conferma che Gerusalemme supera di gran lunga
l'interesse degli altri luoghi che hai visitato in Israele.
Giusto ?


Ciao e grazie :-)




--
federicoP



" Viaggiare é un desiderio che provano in tanti e tutti se ne pentono,
perché non si ritorna mai. "

Da: La Misura del Mondo, di D. Kehlmann


[url]www.federicop.eu[/url]
------------------------------------
per scrivermi elimina la china


Rispondi citando Condividi su facebook
  #6  
Vecchio 25-11-2009, 03.04.44
federicoP
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: [RECE] Terra Santa e Giordania 2009

primula rossa ha scritto :

[color=blue]
> TERRA SANTA E GIORDANIA 2009
>.....
> Chissà che non ci sia un'altra possibilità in futuro ...
> ............[/color]


Bravo Sergio, rece completa in grado di soddisfare le aspettative di
molti (lato umano, monumenti, notizie pratiche, ecc.....).

Mi sembra di trovare conferma che Gerusalemme supera di gran lunga
l'interesse degli altri luoghi che hai visitato in Israele.
Giusto ?


Ciao e grazie :-)




--
federicoP



" Viaggiare é un desiderio che provano in tanti e tutti se ne pentono,
perché non si ritorna mai. "

Da: La Misura del Mondo, di D. Kehlmann


[url]www.federicop.eu[/url]
------------------------------------
per scrivermi elimina la china


Rispondi citando Condividi su facebook
  #7  
Vecchio 25-11-2009, 03.04.44
federicoP
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: [RECE] Terra Santa e Giordania 2009

primula rossa ha scritto :

[color=blue]
> TERRA SANTA E GIORDANIA 2009
>.....
> Chissà che non ci sia un'altra possibilità in futuro ...
> ............[/color]


Bravo Sergio, rece completa in grado di soddisfare le aspettative di
molti (lato umano, monumenti, notizie pratiche, ecc.....).

Mi sembra di trovare conferma che Gerusalemme supera di gran lunga
l'interesse degli altri luoghi che hai visitato in Israele.
Giusto ?


Ciao e grazie :-)




--
federicoP



" Viaggiare é un desiderio che provano in tanti e tutti se ne pentono,
perché non si ritorna mai. "

Da: La Misura del Mondo, di D. Kehlmann


[url]www.federicop.eu[/url]
------------------------------------
per scrivermi elimina la china


Rispondi citando Condividi su facebook
  #8  
Vecchio 25-11-2009, 03.04.44
federicoP
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: [RECE] Terra Santa e Giordania 2009

primula rossa ha scritto :

[color=blue]
> TERRA SANTA E GIORDANIA 2009
>.....
> Chissà che non ci sia un'altra possibilità in futuro ...
> ............[/color]


Bravo Sergio, rece completa in grado di soddisfare le aspettative di
molti (lato umano, monumenti, notizie pratiche, ecc.....).

Mi sembra di trovare conferma che Gerusalemme supera di gran lunga
l'interesse degli altri luoghi che hai visitato in Israele.
Giusto ?


Ciao e grazie :-)




--
federicoP



" Viaggiare é un desiderio che provano in tanti e tutti se ne pentono,
perché non si ritorna mai. "

Da: La Misura del Mondo, di D. Kehlmann


[url]www.federicop.eu[/url]
------------------------------------
per scrivermi elimina la china


Rispondi citando Condividi su facebook
  #9  
Vecchio 25-11-2009, 03.04.44
federicoP
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: [RECE] Terra Santa e Giordania 2009

primula rossa ha scritto :

[color=blue]
> TERRA SANTA E GIORDANIA 2009
>.....
> Chissà che non ci sia un'altra possibilità in futuro ...
> ............[/color]


Bravo Sergio, rece completa in grado di soddisfare le aspettative di
molti (lato umano, monumenti, notizie pratiche, ecc.....).

Mi sembra di trovare conferma che Gerusalemme supera di gran lunga
l'interesse degli altri luoghi che hai visitato in Israele.
Giusto ?


Ciao e grazie :-)




--
federicoP



" Viaggiare é un desiderio che provano in tanti e tutti se ne pentono,
perché non si ritorna mai. "

Da: La Misura del Mondo, di D. Kehlmann


[url]www.federicop.eu[/url]
------------------------------------
per scrivermi elimina la china


Rispondi citando Condividi su facebook
  #10  
Vecchio 25-11-2009, 08.26.12
Finrod
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: [RECE] Terra Santa e Giordania 2009

primula rossa wrote:
[color=blue]
> [***] La Galilea - a nord d'Israele - ha un paesaggio dolcissimo, molto coltivato
> (si fanno anche 2/3 raccolti di grano l'anno), con fiori d'ogni tipo (e, a
> detta della guida, assai spettacolari in primavera)[/color]

Israele, e non solo la Galilea, è giustamente celebre per la sua flora
(e anche, in particolare durante il passo, per il birdwatching), sono
anni che sogno di andarci in primavera, ma alla fine sono sempre in
altre faccende affaccendato...

S
Rispondi citando Condividi su facebook
Links Sponsorizzati
Advertisement
Rispondi


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Disattivato
Le faccine sono Disattivato
Il codice [IMG] è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
[RECE] Lanzarote e Fuerteventura .*. Viaggi Forum Principale 0 10-06-2007 22.50.59


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 11.48.20.


www.ForumViaggiare.com
Ad Management by RedTyger